Chiudi

Castagno eurogiapponese

CATEGORIA:

Famiglia: Fagaceae

Genere: Castanea

Specie: Castanea sativa x crenata

Descrizione

Il castagno eurogiapponese è un ibrido generato dall’incrocio di castagno europeo (Castanea sativa) e castagno Giapponese (Castanea crenata).
Questa pianta è stata introdotta nel mercato mondiale durante il secolo scorso.
Specie apprezzata per il suo frutto molto simile al marrone, negli ultimi anni la sua coltivazione è aumentata in quanto è molto resistente nei confronti dei cancri corticali e meno sensibile, rispetto alle altre specie di castagno, al mal dell’inchiostro.
Si esprime al meglio in terreni profondi, ben drenati e dotati di sostanza organica.
Il castagno eurogiapponese è un albero di altezza contenuta con foglie di forma ellittica a margine dentato.
Questa specie porta fiori maschili e femminili sulla stessa pianta (specie monoica), putroppo non si impollinano vicendevolmente (autosterilità); per questo motivo è necessario mettere a dimora varietà differenti per poter produrre frutta. I fiori maschili sono filamenti giallognoli (amenti), alla loro base sono posizionate le infiorescenze femminili, composte da fiori marroncini di forma sferica al cui esterno è presente della peluria, più o meno ispida a seconda della varietà.
Le castagne sono degli acheni, frutti secchi rivestiti da buccia liscia e lucida di colore marrone con una base piatta opposta a un lato convesso. Si sviluppano racchiuse in un riccio spinoso marrone chiaro che si apre a maturazione.
Il raccolto, rispetto a quello del castagno europeo, è molto abbondante, la frutta ha pezzatura elevata e presenta una polpa omogenea non settata.
La castagna può essere essicata per produrre farina, utilizzata come ingrediente per piatti più complessi, consumata fresca oppure cotta.

Varietà

Bouche de Betizac

Ibrido eurogiapponese particolarmente apprezzato per le sue caratteristiche. La varietà "Bouche de Betizac" è resistente al cinepide galligeno, insetto dannoso per questa specie, ed è molto tollerante nei confronti del cancro corticale e del mal dell’inchiostro, inoltre è considerata un ottimo impollinatore. Questo albero inizia a produrre frutta molto presto (circa dopo 2 - 3 anni dall’impianto), il raccolto è abbondante e costante nel tempo. Il frutto è di pezzatura elevata e di colore marrone scuro. È una varietà parzialmente autofertile ma per una produzione ottimale si consiglia di utilizzare come impollinatori i castagni “Vignols”, “Primato”, “Marigoule” e “Marsol”.

Vignols

Varietà di castagno eurogiapponese, è un albero non molto vigoroso ma che produce buone quantità di frutta. Le castagne sono grosse con buccia di colore marrone chiaro, talvolta striata.
Per questa varietà sono considerati ottimi impollinatori i castagni “Belle Epine” e “Bouche de Betizac”.

Marsol

Il castagno “Marsol” è un albero vigoroso e mediamente produttivo che presenta una spiccata resistenza ai cancri corticali. Il suo frutto, di media pezzatura, ha buccia brillante di colore rosso scuro tendente al marrone. Per questa varietà sono considerati ottimi impollinatori i castagni “Belle Epine” e “Bouche de Betizac”.

Primato

Varietà di castagno di medio vigore caratterizzato da una precoce entrata in produzione (circa 3 - 4 anni dalla messa a dimora). Il frutto è di pezzatura medio - elevata a buccia lucente marrone scuro. Per questa varietà sono considerati ottimi impollinatori i castagni “Belle Epine” e “Bouche de Betizac”.

Scheda colturale

Nome latino Castanea sativa x crenata
Ciclo produttivo Perenne
Semina consigliata Contenitore
Distanza tra file 650 cm / 750 cm
Durata media coltivazione 80 gg / 150 gg
Media di giorni per nascita gg / gg
Temperatura minima -15 °c
pH terreno 5.50 / 6.50
Coltivabile in vaso no
Iscriviti alla newsletter