Chiudi
Come combattere la bolla del pesco

Orto insieme

L'esperto risponde

- Altro

Come combattere la bolla del pesco

Domanda

Buonasera, ho trovato molto utile l'iscrizione al vostro sito. Le mie piante di pesco sono aggredite dalla "bolla" che posso fare ? Serve togliere le foglie più aggredite ? un pesco è anche ricco di frutti. Grazie

Risposta del nostro esperto agronomo

Socio Agricoltore Valfrutta

La bolla del pesco è una malattia difficile da debellare una volta che colpisce le piante.
Nei frutteti da reddito, infatti, la si combatte con 2 trattamenti preventivi che ne scongiurino la comparsa.
Purtroppo le tue piante sono state infettate e, in questo periodo dell’anno, non puoi fare molto se non cercare di contenere la patologia. Tratta gli alberi a scadenza bisettimanale con prodotti rameici (poltiglia bordolese), inoltre raccogli tutte le foglie cadute a terra e bruciale.
Per curare la malattia dovrai seguire le piante per un paio d’anni; a novembre, non appena gli alberi perdono il fogliame, distribuisci dei composti specifici contro la bolla del pesco (chiedi al tuo garden center di fiducia un prodotto adatto), ripeti lo stesso trattamento anche a fine inverno (febbraio - marzo), quando le temperature iniziano ad alzarsi ma prima che la pianta cominci a emettere foglie.
Replica ulteriormente la cura quando i fiori si trasformano in piccoli frutti.
Durante tutto questo periodo, raccogli e brucia le foglie infette.
Ripeti il ciclo di 3 trattamenti per 3 anni, il primo anno servirà a contenere la malattia, il secondo per combatterla e il terzo per essere sicuri di averla debellata definitivamente. Appurato che le tue piante sono soggette alla bolla del pesco, negli anni successivi ti consiglio di difendere gli alberi preventivamente come fanno nei frutteti professionali, apportando il prodotto fitosanitario in novembre e a fine inverno.

Notizie dall'Orto

SCOPRI LE ULTIME NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ORTI

Iscriviti alla newsletter