Chiudi
Olivo, intervento preventivo contro l'occhio di pavone

Orto insieme

L'esperto risponde

- Altro

Olivo, intervento preventivo contro l'occhio di pavone

Domanda

Utente: marco lucarelli

Buongiorno,
volevo chiedere se e' possibile utilizzare dosi ridotte di ossicloruro di rame per prevenire l'insorgenza dell' occhio di pavone sulle olive. Per dosi ridotte intendo 20 ml/10 l visto che i principali produttori danno come 35-50 ml/10 l di acqua. un primo trattamento e' stato fatto in primavera secondo le etichette, ora visto che non attacchi del patogeno vorrei eseguire un trattamento preventivo per salvaguardare la nuova vegetazione senza pero' esagerare. Grazie

Risposta del nostro esperto agronomo

Socio Agricoltore Valfrutta

Salve Sign Lucarelli,
le consiglierei di seguire a menadito le indicazioni riportate sull'etichetta del prodotto che utilizza.
L'occhio di pavone (Spilocaea oleaginea) si manifesta tra settembre e ottobre e non significa che se la sua pianta non è stata attaccata in primavera (aprile) non sia a rischio nella prima parte dell'autunno. Non abbia remore a utilizzare 3,5 ml di ossicloruro a litro se sulle piante appaiono i primi sintomi della patologia, seppur fuori stagione. Questo prodotto, infatti, è utilizzato anche in agricoltura biologica per la bassa fitotossicità e non crea alcun danno alle piante. Piuttosto stia attento all'intervallo di carenza (che taluni indicano come "tempo di sicurezza"), questa voce le indicherà il numero di giorni che dovrà aspettare tra l'ultimo intervento fitosanitario e l'inizio della raccolta, di modo che la sostanza chimica possa degradare tanto da risultare innocua all’uomo.

Notizie dall'Orto

SCOPRI LE ULTIME NOTIZIE DAL MONDO DEGLI ORTI

Iscriviti alla newsletter