Chiudi
L'ambiente

L'ambiente

Per noi l’ambiente non è un luogo astratto: è il posto in cui viviamo, è la terra su cui lavoriamo e da cui otteniamo i nostri frutti.

Ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività, lungo tutto il ciclo di vita dei nostri prodotti, è una scelta naturale:
è il dovuto rispetto alle persone e alla natura.

Salvaguardia
dell'ambiente

Salvaguardia dell'ambiente

CONTRIBUIAMO A NON IMMETTERE NELL'ATMOSFERA 19.000 TONNELLATE DI CO2  OGNI ANNO (PARI AL CONSUMO DI CIRCA 4.000 AUTOMOBILI).

Questo perché cerchiamo di agire per la salvaguardia dell'ambiente e per uno sviluppo più sostenibile in ogni fase del nostro lavoro, dalla produzione ai trasporti, al riutilizzo dei prodotti di scarto.

Energia verde

Energia verde

TUTTI I SEI STABILIMENTI VALFRUTTA
UTILIZZANO ENERGIA VERDE.

Dal 2006 abbiamo infatti costituito un consorzio con altre aziende del settore agroalimentare per la costruzione di campi eolici nella provincia di Foggia.
Così oggi, l'energia eolica che produciamo (180.000 MWh/anno) è più che sufficiente a coprire l'intera nostra produzione.

Trattamento delle acque

Tutti gli impianti Valfrutta sono dotati di circuiti idrici chiusi, in grado di far ricircolare l'acqua necessaria ai processi di produzione, riutilizzandola quindi più volte (recuperiamo circa il 70% dell'acqua che utilizziamo).
Prima di essere restituita all'ambiente, l'acqua viene depurata e analizzata, rispettando gli indicatori di performance ambientali.

Energia termica

Per far funzionare i macchinari, nei nostri stabilimenti privilegiamo caldaie a metano, che tra i combustibili fossiliè il meno inquinante.
Inoltre, il vapore residuo viene riutilizzato per scaldare l'acqua di alimentazione delle caldaie: in questo modo abbassiamo il consumo di combustibile, risparmiando energia.

Riciclo e smaltimento dei rifiuti

Alla fine del processo produttivo risultano inevitabilmente rifiuti: la nostra attenzione è volta a ridurne l'impatto sull'ambiente. Negli stabilimenti ottimizziamo il recupero e il riutilizzo degli scarti di lavorazione delle materie prime.
I fanghi che derivano dal trattamento delle acque reflue vengono depurati e destinati nuovamente all'agricoltura. Infine, in tutti gli stabilimenti differenziamo il 90% dei rifiuti.

L’IMPIANTO A BIOMASSE DI POMPOSA

Nel nostro stabilimento di Pomposa (FE) è attivo dal 2010 un impianto a biomasse che permette di riutilizzare i sottoprodotti della lavorazione agricola per produrre energia elettrica: l’impianto, a digestione anaerobica controllata, trasforma la miscela di metano e CO2 prodotta dagli scarti vegetali in combustibile che viene poi utilizzato per produrre energia elettrica (che a sua volta viene utilizzata dallo stabilimento, coprendo circa il 30% del fabbisogno).

Un altro impianto è in fase di progettazione e dovrebbe sorgere ad Alseno (PI).

Impianto a biomasse

Pomposa (FE)

STABILIMENTI BARICENTRICI

Per minimizzare i consumi, ridurre gli spostamenti e avere così un impatto più leggero sull'ambiente, i nostri stabilimenti si trovano a una distanza media di 50 km dai campi.

Sistema di traffico multimodale

Utilizziamo, dal 1995, un sistema di traffico multimodale: un sistema integrato su gomma e su rotaia, che ci permette di ridurre sensibilmente le emissioni di CO2, rispetto a un tradizionale trasporto su gomma.

Rispettiamo il ritmo
delle stagioni e della natura

La nostra produzione è sempre legata alla terra e a quello che di mese in mese ci offre: studiamo le caratteristiche dei terreni e i cicli passati di coltivazione per determinare con esattezza la varietà di frutta e verdura adatta per quel campo, per quel clima, per quella regione.

Solo così siamo sicuri che stiamo rispettando l'ambiente e la terra su cui lavoriamo, ma anche che i nostri saranno prodotti di eccellenza.

Crediamo nel progetto:
#ValfruttaGreen

IL PROGETTO E' NATO NEL 2012 CON IL SUPPORTO DEL CE.SI.S.P. DELL'UNIVERSITÀ DI GENOVA, ENTE UNIVERSITARIO LEADER IN ITALIA NELLA VALUTAZIONE DELLA SOSTENIBILITÀ.

Il progetto #ValfruttaGreen ha consentito di effettuare un’analisi approfondita sull’intero ciclo di vita dei prodotti Valfrutta. Questa attività è proseguita nel 2013 dopo all’accordo volontario stretto con il Ministero dell’Ambiente che aveva come fine calcolare e limitare la Carbon Footprint, ovvero le emissioni di gas ad effetto serra associate direttamente o indirettamente ad un prodotto. Oggi Valfrutta ha ritenuto necessario certificare anche la Water Footprint, che misura il consumo di acqua dovuto produzione del prodotto attraverso l’indice di scarsità idrica.

Crediamo nel progetto:<br />#ValfruttaGreen

OBIETTIVO DEL PROGETTO: ridurre l’impatto ambientale dei processi di  lavorazione.

OBIETTIVI RAGGIUNTI: sotto la supervisione di una task force della Direzione Generale Sviluppo Sostenibile Clima e Energia del Ministero, è stata effettuata un’indagine con rigorosi criteri di scientificità, che ha preso in considerazione tutta la filiera produttiva.

I nostri risultati

I risultati della certificazione effettuata da Rina Service S.p.a - audit 27 maggio 2014 evidenziano che le misure attuative intraprese per ridurre la nostra impronta idrica e di CO2 sono state efficaci.

CICLO DI VITA DEL PRODOTTO

Fagioli Borlottidi Giornata

L'analisi dell'impronta di carbonio è stata effettuata seguendo la metodologia LCA (Valutazione del Ciclo di Vita), regolata dalle norme ISO 14040-14044.

Il ciclo di vita del prodotto include le fasi:

UPSTREAM: coltivazione, produzione del packaging e degli altri ingredienti

CORE: produzione nei nostri stabilimenti

DOWNSTREAM: distribuzione prodotto e smaltimento packaging

CO2 EQUIVALENTE:

0,45 Kg CO2 e/pz. - 1,13 kg CO2 e/kg

La Carbon Footprint è misurata in kg di CO9 equivalente (CO2 e), espressi sotto forma di potenziale di riscaldamento globale (GWP, Global Warming Potential – 100 anni), ed è riferita ad 1 kg o a 1 litro di prodotto confezionato.

Per consultare la Dichiarazione Ambientale di Prodotto visita il sito dell' EPD


Water Footprint

Nel 2015 il consumo idrico per la coltivazione dei borlotti impiegati nella produzione dei Borlotti freschi in scatola si è ridotto di 34.036 m3 di acqua all'anno, pari al volume necessario per riempire 13 piscine olimpioniche

Fagioli Borlotti di Giornata

CICLO DI VITA DEL PRODOTTO

Polpa di pomodoro Gran Cubetti

L'analisi dell'impronta di carbonio è stata effettuata seguendo la metodologia LCA (Valutazione del Ciclo di Vita), regolata dalle norme ISO 14040-14044.

Il ciclo di vita del prodotto include le fasi:

UPSTREAM: coltivazione, produzione del packaging e degli altri ingredienti

CORE: produzione nei nostri stabilimenti

DOWNSTREAM: distribuzione prodotto e smaltimento packaging

CO2 EQUIVALENTE:

0,52 Kg CO2 e/pz. - 1,29 kg CO2 e/kg

La Carbon Footprint è misurata in kg di CO9 equivalente (CO2 e), espressi sotto forma di potenziale di riscaldamento globale (GWP, Global Warming Potential – 100 anni), ed è riferita ad 1 kg o a 1 litro di prodotto confezionato.

Per consultare la Dichiarazione Ambientale di Prodotto visita il sito dell' EPD


Water Footprint

Nel 2015 il consumo idrico per la coltivazione del pomodoro impiegato nella produzione della Polpa Gran Cubetto si è ridotto di 7.349 m3 di acqua all’anno, pari al volume necessario per riempire 3 piscine olimpioniche.

Polpa di pomodoro Gran Cubetti

CICLO DI VITA DEL PRODOTTO

Pera succo e Polpa

L'analisi dell'impronta di carbonio è stata effettuata seguendo la metodologia LCA (Valutazione del Ciclo di Vita), regolata dalle norme ISO 14040-14044.

Il ciclo di vita del prodotto include le fasi:

UPSTREAM: coltivazione, produzione del packaging e degli altri ingredienti

CORE: produzione nei nostri stabilimenti

DOWNSTREAM: distribuzione prodotto e smaltimento packaging

CO2 EQUIVALENTE:

0,10 Kg CO2 e/pz. - 0,52 kg CO2 e/kg

La Carbon Footprint è misurata in kg di CO9 equivalente (CO2 e), espressi sotto forma di potenziale di riscaldamento globale (GWP, Global Warming Potential – 100 anni), ed è riferita ad 1 kg o a 1 litro di prodotto confezionato.

Per consultare la Dichiarazione Ambientale di Prodotto visita il sito dell' EPD


Water Footprint

Nel 2015 il consumo idrico per la coltivazione della pera impiegata nella produzione del Nettare di Pera si è ridotto di 11.000 m3 di acqua all’anno, pari al volume necessario per riempire 4 piscine olimpioniche.

Pera succo e Polpa

Per approfondire:

La metodologia di analisi
e il ciclo di vita dei prodotti

Tipo di File: PDF Dimensione: 256.26 Kb

Certificazione Borlotti
di Giornata

Tipo di File: PDF Dimensione: 71.53 Kb

Certificazione Polpa
di Pomodoro gran cubetti

Tipo di File: PDF Dimensione: 71.64 Kb

Certificazione Nettare
di Pera Succo e Polpa

Tipo di File: PDF Dimensione: 71.67 Kb

Iscriviti alla newsletter