Chiudi

STAR BENE CON LE PIANTE

Le proprietà nutritive degli edamame, preziosi fagioli di soia

Ampiamente apprezzati grazie alla tradizione gastronomica giapponese (in cui vengono consumati prevalentemente come snack), gli edamame, ovvero i fagioli di soia, sono dei legumi ricchissimi di proprietà nutritive, in particolare di proteineMa non solo. Ecco perchè sono così preziosi per l’organismo umano.

La soia, il legume più digeribile di tutti

Soia edamame e tutte le altre varietà

In qualsiasi “forma” decidiate di consumare la soia - dalle farine al latte vegetale, dal gelato allo yogurt, cruda o cotta nei primi piatti o nelle zuppe - potrete sfruttare i suoi straordinari benefici, ereditati proprio dalla famiglia delle Leguminose di cui fa parte assieme ai fagioli, ai piselli, alle fave e alle lenticchie.

Sapevate che esistono differenti varietà di soia, ognuna caratterizzata da specifiche sostanze benefiche e specifiche qualità, oltre alle proteine che accomunano tutte le tipologie?

In particolare:

  • quella verde, ovvero la soia gialla raccolta prima che il processo di maturazione sia completo, che contiene un’importante quantità di minerali, ad esempio il magnesio e la clorofilla;
  • la soia nera, utilissima per il benessere sia dei reni, che della milza. 
  • la varietà gialla, anche se è la meno utilizzata per via delle lunghe tempistiche di cottura, si rivela preziosa per fornire energia al nostro organismo.

La lecitina è in grado di regolare i livelli di colesterolo

I benefici degli edamame

Ma cos’hanno tanto di speciale i fagioli di soia?  Contengono la lecitina, una sostanza emulsionante che contiene a sua volta omega-3, colina, inositolo e minerali (ferro, calcio e fosforo), che funge da regolatore del colesterolo sanguigno, ne abbassa i livelli totali, mantenendo inalterata la quantità di quello buono.

La soia, amica dell’intestino

Gli edamame sono privi di glutine

Non solamente preziosa per regolarizzare i livelli di colesterolo nel sangue, ma anche per:

  • contribuire a contrastare l’osteoporosi;
  • aiutare l’intestino pigro;
  • alleviare i disturbi della menopausa grazie agli isoflavoni - atti a reintegrare parte degli estrogeni non più prodotti dalle ovaie.

Ultima cosa, ma non meno importante: la soia è povera di carboidrati e totalmente priva di glutine, quindi può rientrare a pieno titolo anche nel regime alimentare di celiaci, vegetariani e vegani.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter