Chiudi

LEGGI E IMPARA

Orto e grandine: come prevenire e curare i danni

La grandine nell’orto è l’incubo di ogni ortista. Rimboccatevi le maniche e non perdetevi d’animo, anche in questi casi è possibile prendersi cura degli ortaggi e farli produrre nuovamente.

Cerchiamo allora di capire come prevenire i danni e come recuperare le piante colpite. 

Come prevenire i danni da grandine nell’orto?

Monitorare il meteo è certamente una buona pratica se si vogliono conoscere in anticipo le precipitazioni che colpiranno l’orto, grandine compresa. Il consiglio è affidarsi al servizio meteorologico regionale, solitamente il più competente a livello locale.

Purtroppo, anche utilizzando le più moderne tecnologie, non è possibile prevedere una grandinata se non un’ora prima della precipitazione stessa. Troppo poco per riuscire a mettere in sicurezza gli ortaggi.

Un altro segnale che preannuncia l’arrivo della grandine sono ovviamente le nuvole: quelle pronte a scaricare ghiaccio sulla nostra testa possiedono dimensioni notevoli e, cosa più importante, mostrano sfumature che vanno dal verdognolo a giallastro.

Se prevedere l’arrivo della grandine è difficile, prevenire i danni da grandine è possibile grazie ad apposite retiPosizionate al di sopra delle colture le reti antigrandine sfruttando le apposite strutture: fermeranno i pezzi di ghiaccio evitando che le piante vengano colpite.

In molti considerano questo acquisto una spesa superflua ma probabilmente è la scelta migliore che si possa fare contro la grandine, specie nelle località più soggette a questo tipo di intemperie.

Come reagiscono gli ortaggi alla grandine? 

Grandine nell'orto: pianta di zucchine

La grandine provoca danni fisici alla vegetazione degli ortaggi e ai frutti che producono. In genere le piante iniziano sin da subito a curare queste lesioni, ma nel corso del processo di cicatrizzazione emettono sostanze in cui i patogeni riescono a moltiplicarsi con facilità. Senza contare che i parassiti penetrano nei vegetali proprio dalle ferite.

Per salvaguardare gli ortaggi dai danni da grandine non potrete dunque far altro che intervenire velocemente, solo così riuscirete a salvare l’orto.

Come curare i danni da grandine nell'orto?

Grandine nell'orto: pianta di pomodoro

Iniziate il prima possibile a curare gli ortaggi spruzzando sulle ferite un prodotto antifungino a base di rame. Questa pratica è utile a contrastare i microrganismi nocivi prima che possano infettare le piante, ma ciò spesso non basta a far recuperare le forze ai vegetali.

Ecco perché, non appena il suolo si asciuga, è bene zappettare il terreno per eliminare la crosta superficiale che solitamente si forma dopo una grandinata. Arieggiando il suolo darete la possibilità alle radici dei vegetali di svolgere al meglio le loro funzioni vitali.

Eliminate i frutti ammaccati e danneggiati in modo che gli ortaggi usino il massino delle energie per rimarginare le ferite e produrre nuova vegetazione, invece che sperperare forze per portare a maturazione frutti poco appetibili.

Quando le condizioni climatiche sono ristabilite è opportuno nebulizzare sulle foglie un prodotto a base di chitosano. Questo zucchero del tutto naturale attiva le difese interne dei vegetali, migliorando la resistenza delle piante alle patologie e aiutandole a curare eventuali infezioni virali, batteriche e fungine.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter