Chiudi

Benessere a tavola

Pesce a Natale: idee per contorni gustosi

Pesce a Natale: idee per contorni gustosi

Con il Natale alle porte, il dubbio si fa sempre più forte: quali sono i contorni perfetti per una cena di pesce? Ecco qualche idea per non sbagliare.

Con la carne andiamo sul sicuro: che siano patate, insalata o verdure grigliate, è difficile non azzeccare il giusto contorno. Al contrario, davanti a un’orata, a un merluzzo o a un trancio di tonno potremmo trovarci più in imbarazzo. E con giusta ragione: a differenza della carne, infatti, il pesce ha in genere un sapore più delicato e leggero, ed è importante accompagnarlo a ingredienti che non vadano a nasconderlo ma, al contrario, a esaltarlo.
Va da sé che non esistano contorni “giusti” in assoluto, ma solo in rapporto al tipo di piatto che abbiamo scelto di portare in tavola. E, se c’è un’occasione in cui proprio non si può sbagliare, quella è il Natale: la tradizione impone un menu a base di pesce, e alla tradizione è difficile dire di no. Quindi, come arrivare preparati? Con qualche consiglio e suggerimento per dare i giusti contorni alla vostra cena di pesce.

Contorni per cena di pesce: le patate

Contorni per cena di pesce: le patate

Purè, al forno, prezzemolate, rese più gustose dall’aggiunta dei fagiolini (che trovate anche… Se siete alla disperata ricerca di contorni per una cena di pesce dell’ultimo minuto, con le patate andate sul sicuro. Una buona soluzione, soprattutto quando il tempo scarseggia, è l’orata al forno con patate, che unisce la tenerezza dell’una al sapore delicato delle altre. Per prepararla, procedete in questo modo:

  • Tagliate le patate a fette molto sottili, così da facilitarne la cottura;
  • Disponetele sul fondo di una teglia e aggiungete sale e un filo d’olio;
  • Aggiungete i filetti d’orata;
  • Coprite l’orata con le fettine di patate, e regolate di olio, sale e spezie a piacere, come ad esempio il timo o il rosmarino.

Una ventina di minuti in forno preriscaldato, e la vostra cena di pesce (con tanto di contorno) è pronta da servire.

Un trionfo di verdure: l’insalata di rinforzo

Un trionfo di verdure: l’insalata di rinforzo

Dalla tradizione partenopea, un contorno ricco (molto ricco) a base di cavolfiore, papaccelle – una varietà particolare di peperone -, olive nere e bianche, sottaceti, capperi e acciughe. Si gusta rigorosamente fredda, ed è perfetta per accompagnare qualsiasi piatto leggero di pesce; tra tutti, l’ideale sarebbe il baccalà, ma qualsiasi pesce azzurro andrà bene.

Per prepararla, basta bollire il cavolo diviso in cimette, riporlo in una ciotola, condirlo con olio e aceto e aggiungere gli altri ingredienti. Mescolate bene e lasciate riposare in frigo un paio d’ore prima di portarla in tavola.

Broccoli, più appetitosi di come sembra

Broccoli, più appetitosi di come sembra

I broccoli non godono di un’ottima fama, anzi; sono quel cibo che, fin da bambini, le mamme ti propinano perché “fanno bene”. Ed è vero, i broccoli fanno bene, ma non solo: sono anche molto saporiti, soprattutto in accompagnamento a un sugoso trancio di pesce spada.
Per renderli ancora più buoni, una soluzione velocissima è quella di farli saltare in padella con le mandorle, alleate preziose quando si tratta di aggiungere quel qualcosa in più a un piatto. Ecco i passaggi:

  • Lessate i broccoli già divisi in cimette per qualche minuto;
  • Scolateli e ripassateli in padella in un soffritto a base di olio e aglio;
  • Aggiungete le mandorle a scaglie e mescolate bene;
  • Per un risultato ancora più goloso, aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato.
Verdure fritte, più buone di così?

Verdure fritte, più buone di così?

Chiudiamo in bellezza con un piatto che proprio non può mancare in tempi di festa: la frittura di pesce. Quando si tratta di pesce fritto, possiamo scegliere un contorno che vada “a contrasto”, per portare un po’ di freschezza al palato – pensiamo quindi a un’insalata, magari accompagnata da una salsa allo yogurt -, oppure far sì che il fritto la faccia da padrone e servire un piatto di verdure… fritte. Come ad esempio le zucchine.
Come prepararle? È molto semplice: potete tagliarle a rondelle sottili e tuffarle nell’olio bollente, oppure realizzare una pastella a base di farina, latte, uova (con sale e pepe) e passare le zucchine lì prima di passare alla frittura. La scelta è vostra, il risultato sarà comunque molto gustoso e croccante.

Non solo verdure

Non solo verdure

A volte bisogna spingersi oltre la propria comfort zone per trovare la combinazione d’ingredienti perfetta: avete mai pensato, ad esempio, di accompagnare il pesce con i legumi? Se la risposta è no, potete iniziare da qui: il baccalà con i ceci.

Per prepararlo bastano un’unica padella e pochi passaggi:

  • preparate un soffritto a base di olio, cipolla, spezie (alloro, rosmarino…), e peperoncino;
  • unite i pomodori pelati e i ceci cotti al vapore Valfrutta, insieme a qualche cucchiaio di acqua;
  • chiudete il coperchio e cuocete per circa dieci minuti;
  • per un risultato più cremoso, frullate una parte dei ceci e tenetela da parte;
  • aggiungete i tranci di baccalà;
  • infine, unite la parte di ceci frullata in precedenza.

Il baccalà sarà pronto nel giro di una ventina di minuti, e l’aggiunta dei ceci lo renderà ancora più goloso.

Avete le idee un po’ più chiare in merito ai contorni per la vostra cena di pesce natalizia? Non vi resta che mettervi all’opera e dare ai vostri piatti un contorno all’altezza della loro bontà.

Altri articoli: