Chiudi

LEGGI E IMPARA

Seminare e trapiantare le cicorie? Ecco come non sbagliare

Seminare e trapiantare le cicorie. Sì, ma quali? Cicoria pan di zucchero, puntarelle, catalogna, cicoria belga, sono solo alcune delle varietà che si coltivano in orto.

Della stessa specie ma differenti tra loro nell’aspetto, le cicorie si seminano e si trapiantano in questo periodo. Se non sapete come e quando farlo, ecco qualche consiglio

A luglio è il turno della pan di zucchero

trapiantare le cicoria: la Pan di Zucchero

Lacicoria pan di zucchero è una varietà di cicoria che produce un cespo allungato composto da foglie di color verde chiaro. 

Dolce e croccante, la pan di zucchero è un ingrediente duttile in cucina: la si usa cruda in sfiziose insalate o la si cucina per assaporare un goloso contorno. La coltivazione della cicoria pan di zucchero comincia durante le prime settimane di luglio, periodo in cui avviene la semina in contenitore alveolato. Il trapianto in pieno campo si svolge in agosto:

  • sistemate le piante su file parallele distanziate 30 cm l’una dall’altra;

  • lungo la fila trapiantate una cicoria ogni 20 cm.

Raccolta in ottobre per la cicoria di Bruxelles

trapiantare le cicorie: la varietà di Bruxelles

Lacicoria belga, conosciuta anche come cicoria di Bruxelles o Wilof, forma un cespo poco compatto, composto da foglie di color verde scuro con costolature evidenti.

La semina si effettua a giugno, direttamente in campo:

  • la semente va posta all’interno di solchi poco profondi realizzati a circa 50 cm di distanza l’uno dall’altro. 
  • quando le piantine raggiungono i 5 cm di altezza, diradatele mantenendo una cicoria ogni 15 cm. 

La raccolta della cicoria di Bruxelles avviene in ottobre, successivamente le piante vanno imbianchite tramite forzatura delle radici (si asportano le foglie e si stimola la formazione di nuova vegetazione) prima di poter essere portate in tavola.

Catalogna: per seminarla servono i contenitori alveolati

Trapiantare le cicorie: la catalogna

La catalogna è una varietà di cicoria che a maturazione si presenta come un cespo abbastanza compatto formato da lunghe foglie verde scuro, con costolature evidenti e margine solitamente frastagliato.

  • La catalogna si semina in contenitori alveolati tra giugno e inizio luglio.
  • Le piantine germinate si trapiantano in orto da metà luglio a metà agosto.
  • Sistematele su file realizzate a circa 35 cm di distanza; lungo la fila, invece, posizionate una pianta di catalogna ogni 25 cm circa.

La raccolta inizia a settembre, non appena le foglie sono abbastanza cresciute. Potete decidere di estirpare l’intera pianta oppure di raccogliere volta per volta le foglie che vi servono.

Se eviterete di asportare le piante dal terreno, queste reintegreranno la vegetazione persa poco per volta e vi daranno la possibilità di raccogliere catalogna per tutta la stagione.

La zuccherina di Trieste produce di continuo

Trapiantare le cicorie: la zuccherina di Trieste

La cicoria zuccherina di Trieste è un ortaggio da foglia che si semina a file da metà aprile a giugno.

  • La semente va distribuita omogeneamente all’interno di solchi paralleli, profondi 2 mm e realizzati a circa 20 cm di distanza tra loro.

  • Le piantine di cicoria zuccherina cresceranno velocemente e saranno pronte per essere raccolte quando avranno raggiunto circa 6 cm di altezza. Come per la catalogna, anche le foglie della cicoria di Trieste crescono più volte in una stessa stagione, basta raccogliere mantenendo intatta la base delle piante.

Le puntarelle, la cicoria di cui si consumano i germogli

Trapiantare le cicorie: la zuccherina di Trieste

Le puntarelle, o mazzocchio, sono parenti stretti della catalogna, con la quale condividono il nome comune di “ cicoria asparago ”.

Definizione che calza a pennello quando si parla delle puntarelle, l’unica cicoria di cui non si consumano le foglie bensì i giovani germogli, proprio come accade agli asparagi.

I semi di puntarella vanno messi a dimora tra maggio e agosto nel Nord Italia, da giugno a settembre nel Sud Italia.

Potete decidere di seminare direttamente in campo a file oppure di preparare delle piantine in casa per poi trapiantarle in orto circa 1 mese dopo la germinazione.

In caso di semina diretta:

  • diradate le puntarelle quando superano i 5 cm di altezza lasciando una pianta una ogni 25 cm. 
  • se invece trapiantate, realizzate le file ogni 40 cm circa e sistemate i vegetali mantenendo 30 cm di distanza tra le piante.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter