Chiudi

CURIOSITÀ IN CUCINA

Sotto spirito o disidratati: come conservare i fichi

Arrivano tutti in un solo momento e durano pochissimo tempo, ecco perché è importante sapere come conservare i fichi quando arriva la fine dell’estate. Chi ha la fortuna di avere molti frutti a disposizione, ne conosce la dolcezza ma anche la poca longevità che li contraddistingue. Come fare a goderne tutto l’anno (o quasi)?

Si possono consumare freschi solo tra luglio e settembre, ma con qualche stratagemma sarà possibile assaporarli più a lungo. Scopriteli con noi!

I Fichi secchi si conservano a lungo

Fichi secchi

I fichi sono frutti autunnali per definizione, ma solo seccandoli durano molti mesi. I fichi secchi, infatti, vanno conservati in un luogo asciutto, come in un barattolo di vetro o sottovuoto. La preparazione è semplice e rapida, basta lasciarli essiccare sotto il sole cocente per 3-4 giorni, oppure, per accorciare ancora di più i tempi, è sufficiente farli essiccare in forno, il calore farà tutto il resto.

Un’accortezza: per questa preparazione non aspettate che i fichi siano completamente maturi e morbidi, cogliete i frutti ancora sodi. Poi, per mantenerli morbidi più a lungo, seguite il consiglio della nonna: immergeteli per una mezz’ora nella melassa creata con acqua e zucchero di canna.

La marmellata di fichi si accompagna al dolce e al salato

Marmellata di fichi e frutti

La regina di tutte le preparazioni è la marmellata di fichi, l’ingrediente che stupisce in cucina. Se è perfetta come companatico a colazione, dovreste provarla abbinata ai formaggi piccanti durante la cena, il successo è assicurato. Per la sua preparazione potete abbassare un po’ la quantità di zucchero se lo desiderate, essendo i fichi dei frutti molto dolci.

Sotto spirito sono buonissimi

Fico sotto spirito e frutta

Le ricette delle nonne non sbagliano mai. E questa preparazione, che è nota ai più, rievoca i natali in cui a tavola comparivano pesche, ciliegie e i fichi sotto spiritoPer conservarli sotto spirito vi basteranno zucchero acqua e fichi non troppo maturi, barattoli capienti pronti ad accogliere i frutti e ovviamente della grappa da unire al tutto.

Fichi sciroppati, delicati e deliziosi

Come conservare i fichi per l'inverno? Non dimenticate la "tecnica" dello sciroppo, una delle più diffuse e apprezzate. Munitevi di fichi in abbondanza (3 chili saranno sufficienti), del limone tagliato a rondelle, dello zucchero e, volendo, della vaniglia.

Unica regola: scegliete dei frutti maturi, ma non troppo molli, se sono ancora ben sodi, reggeranno al meglio la cottura.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter