Chiudi

STAR BENE CON LE PIANTE

I benefici del limone, tutti i modi per sfruttarlo al meglio

Al pari dei cugini agrumi, il limone rappresenta un ottimo alimento da integrare in un’alimentazione sana ed equilibrata. Le sue qualità sono molteplici e sono contenute sia nella sua polpa, che nella sua buccia. Quest’ultima, che comprende anche lo strato bianco e spugnoso che si trova al suo interno, è ricchissima di bioflavonoidi, sostanze fondamentali per proteggere i tessuti, rinforzare i muscoli, lo scheletro e tutto il sistema circolatorio. 

Ma quali sono gli altri benefici del limone e in che modo è possibile sfruttarli al meglio, preparando ricette golose e leggere?

Un limone al giorno...

I benefici del limone, il limonene

Gli antichi lo consideravano un vero e proprio farmaco, oggi non si può non considerare una delle sue componenti principali, il limonene, sostanza che si trova nella scorza e conferisce al frutto il suo autentico odore: recenti studi stanno dimostrando il suo importante ruolo antinfiammatorio e la sua capacità nella prevenzione della crescita tumorale.

Il fatto che molti benefici del limone si possono reperire all’interno della sua buccia, ci fa capire come sia fondamentale utilizzare tutte le parti del frutto (non trattato), naturalmente non prima di averlo sciacquato sotto abbondante acqua corrente. Molti nutrizionisti ne consigliano il consumo per le capacità astringenti che alleviano la sensazione di appetito, ecco perché sarebbe meglio utilizzarlo “a crudo”, nelle insalate, al posto dell’aceto oppure nelle macedonie di frutta. Se volete invece preparare qualcosa di diverso, con le varietà tipiche del nostro Paese, qui trovate qualche spunto.

I limoni italiani, ma quanti sono?

Benefici del limone: la varietà d'Amalfi

Ci sono molti limoni che possono fregiarsi della certificazione DOC, la maggior parte concentrati tra Calabria, Campania e Sicilia.

In Sicilia troviamo il Limone di Siracusa IGP e il Limone Interdonato di Messina IGP, in Calabria il Limone di Rocca Imperiale IGP, passando poi in Campania dove a decorare il paesaggio troviamo il Limone Costa d’Amalfi IGP e il Limone di Sorrento, e infine non si possono non menzionare le gemme pugliesi, il Limone Femminello del Gargano IGP. Questi sei sono considerati i veri fuoriclasse del territorio, esponenti di eccellenza. Hanno caratteristiche differenti, se il calabrese fiorisce quattro volte l’anno ed è molto succoso e poco acido, il sorrentino invece è particolarmente acido con una buccia mediamente spessa. Anche l’utilizzo a seconda della tipologia può essere differente, il limone amalfitano, ad esempio, viene utilizzato spesso per preparare i celeberrimi spaghetti oppure il noto limoncello.

Insieme allo zenzero per affrontare il periodo freddo

Benefici del limone: la tisana

Per apprezzare i benefici del limone nella stagione più fredda dell’anno meglio munirsi di acqua bollente per la preparazione delle tisane. No, non ci stiamo riferendo alla classica fetta di limone per aromatizzare una bevanda, bensì all’impiego del frutto in questione per preparati detox ed energizzanti.

L’alleato per la tisana al limone è lo zenzero, l’unione di questi due genera una bevanda perfetta per eliminare tossine, favorire la digestione e la depurazione. Ecco perché viene consigliata durante i regimi alimentari controllati.

Per gli amanti delle centrifughe invece ecco che il mix con carote, arance e altra frutta e verdura di stagione sarà una soluzione perfetta per la bevanda della colazioneInsomma, quando si tratta di depurare l’organismo niente di meglio del limone.

Marmellata o canditi?

Benefici del limone: marmellata

Come sfruttare i benefici del limone in maniera golosa? Un esempio è sicuramente la marmellata, l’ideale con le fette biscottate, ottima per farcire dolci soffici e delicati. I Limoni di Sorrento IGP sono ottimi per questa preparazione, ma anche altre varietà si adatteranno alla ricetta, ricordate che il rapporto di frutta e zucchero è 1:1, quindi per un kg di limoni ci vorrà un kg di zucchero. Scegliete prodotti freschi e non trattati per ottenere un risultato migliore.

Non volendolo comunque bere o spalmare ecco che per insaporire i piatti lo si può utilizzare come condimento, è perfetto per sostituire olio e aceto nell’insalata, ma si presta anche per guarnire pietanze gourmet, sia dolci che salate, se si grattugia la scorza.

Ed infine più si avvicina il Natale più si parla di canditi, non solo scorze d’arancia ma anche di limone: ricordate però che è sempre meglio prediligere alimenti non trattati.

La “salamoia”, veloce e saporita

Benefici del limone: la salamoia

Questa particolare preparazione ha origine dalla cultura gastronomica marocchina e consiste nella conservazione del limone in salamoia, un composto preparato con acqua e sale. 

Viene utilizzato principalmente per arricchire piatti come arrosti e pietanze a base di carne, ha un sapore pungente e dolciastro sul finale. Facile da preparare in casa, vi serviranno solamente pochi semplici ingredienti: limoni freschissimi, sale da cucina e acqua.

  • Tagliateli a croce aggiungete del sale nelle incisioni e eliminate i semi;
  • mettete a bollire 100 gr di sale per ogni litro d’acqua che vi sarà utile;
  • mentre fate intiepidire la salamoia, sistemate i limoni in alcuni barattoli di vetro e aggiungete qualche chiodo di garofano;
  • ricoprite i limoni con la salamoia a temperatura ambiente e coprite il tutto con un cucchiaino di olio.

... E il gioco è fatto!

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter