Chiudi

LEGGI E IMPARA

Come raccogliere e conservare la zucca

La zucca si raccoglie tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno e può essere conservata per mesi senza che il sapore della polpa venga compromesso.

Prima di ripulire l’orto dagli ortaggi a fine ciclo e cominciare a preparare il terreno per il prossimo anno, assicurate le ultime cure alle piante e iniziate con la raccolta.

Ecco i trucchi per raccogliere delle zucche perfette e tutte le indicazioni per conservarle il più a lungo possibile.

Settembre, ottobre, novembre: quando raccogliere la zucca

Nelle zone più fredde e umide della Penisola, le zucche si raccolgono tra settembre e ottobre mentre nelle regioni a clima mite, dove non sussistono rischi di gelate, la raccolta può avvenire anche a novembre inoltrato.

Si inizia a raccogliere quando la vegetazione della pianta, compreso il peduncolo del frutto, disseca completamente e il frutto ha raggiunto le caratteristiche morfologiche tipiche della varietà d’appartenenza.

Munitevi di forbici robuste (quelle per potare gli alberi vanno benissimo) e recidete il peduncolo. Non tagliatelo raso, oltre a migliorare l’aspetto estetico del frutto, la sua presenza permette alla zucca di conservarsi più a lungo.

Pulite il frutto con uno straccio asportando dalla buccia la terra ed eventuali residui di vegetazione, quindi fatelo “asciugare”.

Asciugate la zucca per migliorarne il sapore

zucca

Dopo la raccolta, bisogna asciugare le zucche per migliorare il sapore e la consistenza della loro polpa e aumentarne la conservabilità.

Tradizionalmente, dopo avere tagliato il peduncolo, la zucca veniva lasciata in campo, posata a terra, prima di esser immagazzinata per l’inverno. Attualmente si consiglia di sistemare i raccolti, opportunamente puliti, in un ambiente areato non a contatto con il terreno, al riparo dalle piogge e dall’umidità notturna.

Le zucche vanno lasciate asciugare per un massimo di 3 settimane, dopo questo periodo si spostano in un ambiente non umido, in cui le temperature si aggirino intono ai 15 °C, mai sotto gli 11 °C.

Potete serenamente conservarle anche in casa, i 19 °C che solitamente si utilizzano nelle abitazioni vanno più che bene.

Se seguirete questi consigli, le vostre zucche si conserveranno, a seconda della varietà, per un periodo compreso tra i 2 e i 7 mesi. In questo lasso di tempo, non dimenticate di controllarle alla ricerca di eventuali marciumi che intaccano la buccia. Qualora trovaste una zucca compromessa, spostatela al più presto onde evitare che il problema si verifichi anche su altri frutti.

Altri articoli:

Iscriviti subito alla newsletter