Chiudi

CURIOSITÀ IN CUCINA

Il prodotto del mese, l'asparago

Meno male che resiste al freddo, uno dei germogli più rustici e delicati dell’orto di primavera, l’asparago.

Come riconoscere degli asparagi veramente freschi

Coltivato nella varietà verde (dal gusto più marcato), viola (dal sapore lievemente amarognolo) e bianca (perché cresciuto in assenza di luce), l’asparago popola le nostre tavole con un ampio e goloso ventaglio di ricette.

Ma facciamo un passo indietro. Se vi trovate tra i banchi del mercato e siete in procinto di acquistare un bel bouquet di asparagi, come capire se il prodotto che avete tra le mani è veramente fresco? Esiste un trucchetto tanto semplice, quanto efficace: piegate con delicatezza la parte più prossima alla punta e assicuratevi che non resti piegata.

Se l’asparago ha superato la prova con il massimo dei voti, è pronto per essere infilato nella sporta ed essere cucinato, chiaramente non prima di essere stato abbondantemente sciacquato in acqua fredda, lasciato in ammollo per almeno un quarto d’ora e, infine, pulito.

L'asparagera, indispensabile per una cottura perfetta

Come? Con un coltello, che vi aiuterà a eliminare l’estremità basale, più dura, e con un semplice pelapatate, che servirà a sbucciare il gambo per i suoi ⅔.

Pronti, cottura, via! Già, ma ricordate di procurarvi una pentola alta e stretta o un’asparagera, gli unici due recipienti che, riempiti per metà, permettono alle punte degli asparagi di cuocere al vapore e ai gambi di lessare in acqua.

E a proposito di acqua, una volta utilizzata, non buttatela! Può sostituire quella di cottura della pasta, oppure fungere da brodo per insaporire un risotto primaverile con fave o una caponatina di verdure di stagione.

Gli asparagi combattono la tristezza e gli sbalzi d'umore

Ricette sicuramente gustose e invitanti, ma anche benefiche: ebbene sì, sapevate che gli asparagi aiutano anche a combattere la tristezza e gli sbalzi d’umore? Se il cioccolato è l’unica cosa a cui pensate nei momenti di sconforto, beh, terminate (con moderazione) tutti gli avanzi delle uova di Pasqua, e poi fatevi un giro tra i banchi del mercato, gli asparagi vi aspettano fino a giugno inoltrato.

Foto credits: Matt DeTurck

Altri articoli:

Iscriviti subito alla newsletter