Chiudi

LEGGI E IMPARA

Le piante più facili da coltivare in vaso

Coltivare in vaso è facile e divertente, basta scegliere le piante giuste e i contenitori adatti. Non abbiate timori, sarà sufficiente del terriccio, qualche manciata di argilla espansa, un po’ d’acqua, tanta luce e dei vasi o delle fioriere, meglio se in terracotta, di diversa profondità.

Decidere quali ortaggi coltivare? Ecco i consigliatissimi.

Le piante aromatiche, davvero poco esigenti

Le aromatiche sono molto facili da coltivare, basta avere l’accortezza di trapiantarle in fioriere profonde almeno 12 cm. In ogni contenitore potete sistemare più specie, l’importante è che abbiano esigenze idriche simili. In un vaso piantate timo, rosmarino e origano; queste aromatiche hanno bisogno di molta luce e tollerano il caldo estivo riuscendo a resistere anche con pochissima acqua. In un altro vaso seminate basilico, erba cipollina e prezzemolo, tutte specie che richiedono annaffiature più abbondanti e regolari.

Piccoli ortaggi uguale piccoli vasi

Rucola, spinacio, valerianella, insalatina da taglio, specie che crescono poco in altezza e che possono essere coltivate in contenitori profondi dai 15 ai 20 cm. Seminatele direttamente in vaso spargendo i semi sulla superficie del suolo, ricopriteli con un leggero strato di terriccio e bagnate in modo abbondante, ma con delicatezza, per evitare di scalzare i semi.

In questi contenitori potete coltivare anche il ravanello o la carota tonda di Parigi, una varietà rotonda adatta ad essere coltivata in poco spazio. In questo caso create delle buchette distanziate tra loro di circa 5 cm e inserite all’interno 2 o 3 semi. Richiudete e bagnate. Quando germoglieranno diradate le piantine mantenendo solo quella meglio sviluppata.

I piccoli vasi sono ottimi anche per le lattughe: trapiantatele in buchette poste a circa 20 cm di distanza l’una dall’altra e le piante non tarderanno a regalarvi cespi rigogliosi.

Pomodoro, facile e generoso anche in vaso, ma occhio alla varietà

In vaso è possibile coltivare quasi tutto, ma ricordatevi la regola generale: prediligere varietà a sviluppo contenuto.

Se non avete esperienza ecco l’ortaggio che dà sempre soddisfazione, anche ai neofiti dell’orto da terrazzo, il pomodoro! Grazie a vasi profondi almeno 40 cm, e con diametro superiore ai 30 cm, sua maestà il pomodoro, ha già conquistato le terrazze di mezzo mondo. Come anticipato, hanno più successo le piante non molto vigorose e quelle a frutto piccolo, largo quindi a datterino, ciliegia o san marzano nano al posto del pesante cuore di bue.

Non fate mai mancare loro il sole e ricordate di assicurarle a dei tutori, altrimenti tenderanno a strisciare fuori dal vaso. Le canne di bamboo sono una sicurezza ma se volete dare un tocco in più al vostro orto sul balcone, scegliete dei sostegni a graticcio o delle spirali metalliche, soluzioni più sofisticate e molto funzionali.


Foto credits: Richard Masoner

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter