Chiudi

LEGGI E IMPARA

Viola, rosa, arancione: quanto conosci i cavoli colorati?

Da qualche anno i banchi dell’ortofrutta si sono tinti di arcobaleno, merito soprattutto dei cavoli colorati e delle tonalità sgargianti che li caratterizzano. Viola, rosa, arancione e verde, avreste mai pensato di assaporare broccoli e cavolfiori multicolore?

Conosciamo meglio queste specie insolite che potremmo incontrare tra i banchi dei fruttivendoli italiani.

Cavolfiori rosa: piante ornamentali o ortaggi invernali?

Cavoli colorati, il cavolfiore rosa

Il cavolfiore rosa è un ortaggio che sviluppa un corimbo (il cespo che si usa in cucina) compatto e uniforme, dalle inaspettate tonalità rosate.

È un vegetale che, a seconda della varietà messa a dimora, si raccoglie a circa 3 mesi dal trapianto, indicativamente da inizio autunno a fine inverno.

In questi anni i cavoli rosa sono stati usati moltissimo, anche come pianta ornamentale durante i periodi freddi dell’anno. Non è raro infatti di trovare fioriere che mettono in mostra con orgoglio queste piante stupende, tanto belle e appariscenti quanto buone da gustare in inverno.

I cavoli violetti nascono in Sicilia

Cavoli colorati, la varietà violetta di Sicilia

Il cavolfiore violetto di Sicilia è una varietà antica riportata alla ribalta negli ultimi anni, anche grazie al colore sgargiante della sua testa.

Se la sua tinta viola acceso genera stupore e curiosità, il suo sapore unico meraviglia anche le papille gustative più esigenti; tanto che il cavolfiore violetto ha acquisito fama e notorietà tra gli chef del Bel Paese, sempre più propensi a trovare ingredienti gustosi ed eccentrici.

Avete intenzione di coltivarlo? Dopo il trapianto basta attendere 4 mesi e il gioco è fatto, non vi rimarrà altro da fare che estirpare le piante dal suolo.

E se il violetto di Sicilia vi ha incuriosito, provate il cavolfiore violetto di Modica, una varietà particolare che sviluppa un corimbo viola dai toni decisamente marcati.

Cavoli colorati: quelli arancioni sono i più salutari

Cavoli colorati, la varietà arancione

Grazie ai cavolfiori arancioni l’orto si colora con le tonalità calde e accese dell’autunno.

La storia di questo cavolo è molto curiosa, comincia circa 40 anni fa, quando un agricoltore canadese scova in mezzo alle sue colture un cavolfiore tutto arancione.

Superato lo stupore iniziale, il contadino pensa bene di preservare questo spettacolo della natura fino ad ottenere una varietà “stabile” tramite incroci del tutto naturali.

Ed ecco che oggi possiamo portare in tavola questo ortaggio buono, appariscente e pure salutare: il contenuto di beta-carotene (la vitamina A) di questa varietà arancione è addirittura 25 volte maggiore di quello riscontrabile nel cavolo a testa bianca: mica male, non è vero?

A Macerata nasce il cavolfiore verde più famoso d’Italia

Cavoli colorati, la varietà verde

Le Marche possono vantarsi d’essere la terra d’origine del più famoso cavolo verde del Bel Paese, il cavolfiore verde di Macerata. Ma perché non è bianco?

Perché ha le foglie più corte rispetto al più comune cavolfiore! Sembra una banalità ma la mancanza di copertura vegetale permette alla luce di raggiungere il corimbo, costringendo la pianta a sviluppare clorofilla, sostanza notoriamente colorata di verde.

Coltivato in estate, da maggio a settembre, il verde di Macerata non ha particolari esigenze colturali ed, anzi, risulta essere più rustico rispetto agli altri cavolfiori colorati. Se è così facile  farlo crescere, perché la prossima estate non provate a trapiantare questo cavolo in orto?

Il broccoletto viola, un sapore che ricorda il broccolo e l’asparago

Cavoli colorati, il broccoletto viola

Non solo cavolfiori colorati, anche i broccoletti si tingono di viola e sono pronti a invadere i mercati ortofrutticoli italiani grazie ad un aspetto unico e a un sapore inconfondibile, che unisce il gusto del broccolo a un delicato sentore di asparago.

I broccoletti a getti viola crescono a mazzi e sviluppano infiorescenze viola brillante dalle elevate qualità benefiche. Queste contengono infatti un gran numero di antiossidanti e vitamine che migliorano le difese immunitarie del corpo umano.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter