Chiudi

CURIOSITÀ IN CUCINA

Zucca: 5 modi per preparare un delizioso contorno

Immancabile compagna di pranzi e cene autunnali, la zucca regala immense soddisfazioni culinarie per gran parte dell’inverno. Sarà forse per questo, che i cassetti della credenza sono ricolmi di fogli e ritagli dove abbiamo annotato ricette che contengono questo delizioso ortaggio.

Risotti, pasta, secondi, dolci, con la zucca è facile sbizzarrirsi, ma... torniamo indietro! Nella fretta abbiamo dimenticato i contorni, pietanze a cui magari non diamo molta importanza, ma sono essenziali per dare una marcia in più al pranzo o alla cena. Ebbene, cosa possiamo preparare utilizzando la zucca? Ecco 5 contorni da leccarsi i baffi.

Spicchi di zucca al forno

contorni zucca

Veloce e invitante, la zucca al forno è sicuramente una delle preparazioni più diffuse. Munitevi di un pizzico di pazienza per tagliare a metà la sua buccia dura, togliere i suoi filamenti, i suoi semi e dividerla a spicchi, che andranno a loro volta mondati.

A questo punto, una teglia ricoperta di carta forno vi aspetta, è tempo di appoggiarci sopra i pezzi di zucca, ma non prima di averli finemente conditi con del sale, del pepe in grani, un rametto di rosmarino, uno spicchio d’aglio in camicia e un filo d’olio. Infilate tutto in forno per una ventina di minuti a 200°. Servite caldo.

Tocchetti di zucca al vapore

contorni zucca

Se avete a disposizione una pentola a pressione, siete già a metà (anzi, a tre quarti) dell’opera: pulite la zucca come descritto sopra, ma invece che affettarla, tagliatela a tocchetti grossolani, in modo tale che non sfuggano dal cestello.

Versate due dita d’acqua nella pentola, inserite il cestello, e chiudete il coperchio e la valvola. Cuocete a fiamma moderata fino a che il tradizionale fischio non si fa forte e continuo, da quel momento contate circa 7-8 minuti.

Non avete una pentola a pressione? Va bene anche una semplice casseruola colma d’acqua, ma i tempi di cottura si allungano notevolmente, con il rischio di perdere per strada preziosi nutrienti.

Fette di zucca saltate in padella

contorni zucca

Un filo d’olio, una spruzzata di vino bianco, un pizzico di sale, un rametto di basilico e uno spicchio d’aglio rendono la zucca saltata un vero portento.

Ricordate di tagliarla fine per facilitarne la cottura (una decina di minuti ed è tutto pronto), accompagnando l’appetitoso contorno con della carne grigliata oppure arrosto.

Zucca grigliata

contorni zucca

Il barbeque estivo è solo un lontano ricordo? A mali estremi, c’è sempre la bistecchiera e lì, la zucca grigliata viene benissimo.

Fate attenzione solamente a tagliare delle fette non troppo spesse (non cuoceranno in maniera uniforme) o troppo sottili (bruceranno in pochissimo tempo), e a riscaldare bene la piastra.

Per ottenere un gusto più deciso, prima di procedere alla cottura, marinate le fettine con un intingolo composto da uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale e pepe, dell’olio d’oliva. Lasciate in “ammollo” per qualche ora, meglio ancora se preparate il tutto la mattina per la sera. Ora però è il momento di passare all’ultima fase, la cottura vera e propria: qui, non c’è un tempo esatto su cui far riferimento, calcolate approssimativamente 3-4 minuti per lato, controllando sempre che le due parti siano abbastanza dorate.

Tagliate una generosa fetta di pane fatto in casa e adagiatevi un paio di fette di zucca. Condite con un filo d’olio extravergine.

Zucca gratinata al forno

contorni zucca

Tenete per buono il procedimento per preparare gli spicchi di zucca al forno, per lo meno fino al momento in cui li appoggiate sulla teglia. Se poi, anzichè le fette, preferite preparare dei dadini, non cambia granchè, se non i tempi di cottura (certamente inferiori).

Intanto, prendete una ciotola e versateci 4 cucchiai di pangrattato, 4 cucchiai di parmigiano, sale quanto basta e un cucchiaio di aghi di rosmarino. Mescolate il tutto fino a che non risulta omogeneo, poi prendetene un pugno e spolverate gli spicchi già adagiati sulla carta forno, fino a coprirne la superficie. Un filo d’olio e via in forno.

Foto credits:  Kyknoord

Altri articoli:

Iscriviti subito alla newsletter