Chiudi

Benessere a tavola

Zuppa di fagioli: meglio borlotti o cannellini? Scopri le ricette

Zuppa di fagioli: meglio borlotti o cannellini? Scopri le ricette

Fagioli cannellini o fagioli borlotti? Se decidere vi riesce difficile, ecco le ricette per preparare una zuppa di fagioli saporita e nutriente.

I fagioli sono fonte di proteine, certo, ma soprattutto di carboidrati. I grassi, invece, sono pochissimi. In poche parole? Tutta salute. Ecco perché d’inverno non si può rinunciare a una fumante zuppa di fagioli, servita magari con crostini di pane tostato e unto di olio.
I fagioli, però, non sono tutti uguali, e tra le molteplici varietà ce ne sono due in particolare che spiccano per fama e per gusto: i fagioli borlotti e i fagioli cannellini. Fanno parte della stessa famiglia, ed entrambi possono essere utilizzati per preparare zuppe deliziose. Quindi, qual è meglio? La risposta è la più ovvia: dipende. Ma per essere sicuri di fare la scelta giusta, bisogna conoscere le differenze tra i due. Ecco quindi qualche consiglio per preparare un’ottima zuppa di fagioli: ricette gustose e semplici, come da tradizione.

Zuppa di fagioli, ma quali fagioli?

Colore marrone, gusto intenso, spiccata capacità di assorbire i sapori degli ingredienti con cui si accompagna: sono i fagioli borlotti, prima scelta di ogni zuppa rustica che si rispetti, incluse quelle della tradizione contadina regionale. I borlotti, per intenderci, sono i fagioli tipici che nei più famosi spaghetti-western si mangiavano dalla padella.

Nonostante la fama dei borlotti, però, i fagioli cannellini sanno come difendersi: bianchi, dalla forma allungata, tra i più ricchi di proteine, con un indice glicemico basso. Sapore spiccato, perfetti insieme alla pasta ma anche, perché no?, per preparare zuppe e vellutate. Se si ha a che fare con loro, non serve esagerare con i condimenti: rendono al meglio con condimenti semplici e aromi profumati. E ora che li conosciamo meglio, vediamoli in azione.

Zuppa di fagioli classica

Zuppa di fagioli classica

Prepariamo con la più semplice delle zuppe, quella che si fa con pochi ingredienti e che vi lascia liberi di scegliere la varietà di fagioli che preferite. Potete utilizzare i fagioli secchi oppure accorciare di molto i tempi optando per quelli in scatola (o in vetro). Da lì, è tutto in discesa:

  • Preparate un soffritto con cipolla, sedano, carota e olio extravergine di oliva; se vi va, in questa fase potete aggiungere anche una patata, speck o pancetta a dadini
    Aggiungete i fagioli e fate rosolare per qualche minuto;
  • Coprite con brodo bollente, abbassate la fiamma, e lasciate cuocere con coperchio chiuso per qualche ora;
  • Servite con un giro d’olio evo e pane raffermo a quadretti.

Qualche piccolo consiglio: se utilizzate i borlotti, aggiungete anche qualche cucchiaio di polpa o passata di pomodoro. Se invece siete team cannellini, lasciate perdere il pomodoro e optate per qualche rametto di rosmarino.

Zuppa di fagioli borlotti e scarole

Zuppa di fagioli borlotti e scarole

Concentriamoci sui fagioli borlotti, con una ricetta 100% vegetale – e che smetterà di esserlo qualora vi vada di aggiungere un po’ di pancetta rosolata. Al posto delle scarole potete utilizzare qualsiasi altra verdura abbiate in casa, come il cavolo verza o il cavolo cappuccio.
Il procedimento è molto semplice: cuocete i vostri fagioli (o insaporiteli in caso siano già cotti) e la vostra scarola in due pentole separate. Per rendere la scarola più saporita, ripassatela in padella con olio bollente e un pizzico di peperoncino.
A quel punto, unitele ai fagioli, regolate di sale e lasciate la pentola sul fuoco per qualche altro minuto prima di impiattare e portare in tavola.

Zuppa di fagioli cannellini e cozze

Zuppa di fagioli cannellini e cozze

Torniamo quindi ai fagioli cannellini, con una zuppa che unisce ai legumi il sapore del mare. Fagioli e cozze è un abbinamento che non delude mai, sano ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale. In più, riuscite a pensare a qualcosa di più adatto da portare in tavola durante il pranzo della domenica? Ecco i passaggi:

  • Dopo aver lessato i fagioli, metteteli in acqua con sedano, carote, cipolla e aglio tagliati a pezzetti, e portate a ebollizione;
  • A parte, cuocete le cozze in padella con olio e prezzemolo;
  • Scolate le cozze, sgusciatele e mettetele da parte;
  • Scaldate in un’altra padella olio e qualche cucchiaio di polpa di pomodoro (opzionale, se preferite potete servire la zuppa bianca);
  • Aggiungete le cozze e solo alla fine i fagioli;
  • Servite il piatto ben caldo e con un po’ di prezzemolo fresco.



Gli ingredienti da unire a una buona zuppa di fagioli, in definitiva, potete sceglierli voi: pensate ai funghi, ad esempio, oppure a delle semplici patate. Ricordate di profumare le vostre zuppe con rosmarino, maggiorana (perfetta sui fagioli cannellini) o prezzemolo, e armatevi di un po’ di pazienza: la zuppa di fagioli è una ricetta che richiede tempo. Insomma, il classico slow food per cui, però, vale la pena aspettare.

Altri articoli: