Chiudi

LEGGI E IMPARA

Combattere gli afidi, i parassiti più dannosi dell’orto

Gli ortaggi crescono rigogliosi e producono in abbondanza solo se non vengono attaccati dai parassiti, e in particolare dagli afidi, gli insetti più dannosi dell’orto. Combattere gli afidi non è sempre facile, tanto che in alcuni casi persino i prodotti chimici non danno risultati.

Un metodo efficace per contrastare questi parassiti è attrarre nell'orto sirfidi e coccinelle, insetti che amano particolarmente nutrirsi di afidi.

I sirfidi e coccinelle, conosciamo i nemici naturali degli afidi

Sirfidi e coccinelle sono per antonomasia acerrimi nemici degli afidi.

Gli adulti di coccinella (Coccinellidae spp.) sono insetti comuni e si riconoscono facilmente per i colori sgargianti alternati a puntini. Le larve di coccinella solitamente sono di color nero con due bande colorate ai lati e presentano una serie di escrescenze evidenti sul dorso.

Se gli adulti di coccinella si nutrono di afidi e polline, le larve, pur non avendo un aspetto gradevole, sono riconosciute come i migliori predatori di afidi al mondo grazie alla media di 100 insetti nocivi consumati al giorno.

I sirfidi (Syrphidae spp.) sono insetti che a primo acchito possono essere scambiati per api o per vespe. Non abbiate paura, sono assolutamente innocui dato che non posseggono alcun pungiglione, anzi nella fase larvale sono importanti alleati dei pollici verdi nella lotta agli afidi.

Le larve di sirfide hanno colorazioni che passano dal verde al giallo, non hanno né zampe né ali e sono in assoluto gli insetti più golosi di afidi.

Un orto fiorito per combattere gli afidi

combattere gli afidi con prato fiorito

Per combattere naturalmente gli afidi bisogna in un primo momento attirare nell’orto coccinelle e sirfidi e successivamente fare in modo che questi insetti rimangano tra gli ortaggi per tutta la stagione produttiva.
Può sembrare strano, ma per avere dalla vostra parte questi predatori di parassiti è sufficiente lasciare in terra alcuni ortaggi invernali e abbellire l’orto seminando dei fiori.

Durante il periodo freddo dell’anno coltivate il cavolo broccolo e il cavolfiore, raccogliete le teste in inverno ma non estirpate i vegetali alla fine del ciclo produttivo. Verso aprile i fusti di queste piante emetteranno nuove infiorescenze che attireranno un gran numero di sirfidi e coccinelle.

Per far sì che questi insetti utili restino tra i vostri ortaggi non dovrete far altro che nutrirli di polline, per questo è opportuno coltivare dei fiori nell'orto. Realizzate delle aiuole fiorite ai suoi margini trapiantando tagete, calendula, crisantemo, borragine e fiordaliso.

Queste piante produrranno il polline e il nettare che sfamerà gli adulti di coccinelle e sirfidi, i quali deporranno le loro uova vicino alle colonie di afidi per garantire alla prole un pasto sicuro.

Se i fiori non fanno per voi, ad inizio autunno seminate la colza, la senape o il rafano.
I fiori di queste piante si svilupperanno poco prima che inizi la primavera, richiamando a sé coccinelle e sirfidi resi affamatissimi dal “digiuno” invernale.

Perché non provate anche voi a combattere i parassiti in modo naturale? Con pochi sforzi potrete avere un orto produttivo, bello e sano.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter