Chiudi

LEGGI E IMPARA

Come difendere le piante dai parassiti in modo naturale?

Cos’hanno in comune caffè, foglie di pomodoro e sapone? Facile, sono prodotti naturali che possono essere usati per proteggere le piante dai parassiti.

Provate a difendere ortaggi e specie fiorite usando soluzioni ecocompatibili, ne gioveranno sia i vegetali che il Pianeta. Seguite i nostri consigli e le vostre piante saranno forti e sane grazie prodotti semplici che, senza saperlo, avete già in casa o in giardino.  

Limacce? Invitatele a bere un caffè o una birra

difendere le piante dai parassiti

Le limacce sono una vera e propria piaga quando colpiscono le piante. Molluschi voraci che riescono a far sparire fiori e ortaggi in men che non si dica.

Per combattere questa minaccia preparate un buon caffè o stappate una birra. Nebulizzate del caffè freddo sulle piante per metterle al sicuro oppure preparate delle trappole interrando tra i vegetali dei bicchieri di plastica pieni di birra. Se il caffè è un buon lumachicida, le trappole alla birra saranno l’ultima piscina che le limacce potranno frequentare, dato che non riusciranno più ad uscirne.

Distribuite il caffè con una certa frequenza e versate sempre nuova birra per mantenere funzionanti le trappole; in particolare dopo le piogge, che dilavano il lumachicida naturale e fanno trasbordare la birra dai bicchieri.

Piante che difendono le piante

Lo sapevate che molti ortaggi riescono a tenere a distanza i parassiti? Tutte le parti verdi della pianta di pomodoro sono ad esempio molto efficaci per scacciare dall’orto molti insetti dannosi, in particolare afidi e cavolaia.

Mettete in ammollo in 1 litro d’acqua circa 300 gr di foglie di pomodoro e mescolate il composto una volta al giorno. Dopo 3 giorni filtrate il preparato e distribuitelo sulle piante spruzzandolo con un nebulizzatore. Ripetete l’operazione ogni 3 - 4 giorni e vedrete che anche il più temerario dei parassiti non avrà il coraggio di avvicinarsi agli ortaggi.

Se invece le vostre piante sono infestate dagli acari, dovrete ricorrere a cipolla e aglio tritati. Versatene circa 40 gr in 5 litri d‘acqua, attendete 4 ore e non vi rimarrà che spruzzare il prodotto sul terreno e sulle foglie. Questo infuso non solo terrà a debita distanza gli acari, sarà efficace anche contro afidi e nematodi e riuscirà a limitare la comparsa di molte malattie fungine (es. peronospora).

Altro che infestanti, ottimi repellenti naturali

piante anti-parassiti

Anche se non tutti lo sanno, molte specie spontanee, spesso definite “erbacce”, possono essere utilizzate per difendere le piante dai parassiti. Mettetele in acqua a macerare per qualche giorno e poi spruzzate il risultato sui vegetali.

Qualche esempio? L’ortica può essere usata contro gli afidi e il ragnetto rosso mentre l’equiseto è utile in caso di cocciniglie.

Il tanaceto è un super antiparassitario; acari, nematodi, afidi, larve di nottue, cavolaia, mosca della cipolla, tignola del porro e mosca della carota non avranno più nulla a che fare con le vostre piante. Infine il macerato di foglie di sambuco, albero molto comune, è perfetto contro la cavolaia e le nottue.

Ripulire le piante dai parassiti con il sapone

Gli afidi sono parassiti temibili perché attaccano moltissime piante. Se il pomodoro è la soluzione più pratica per chi coltiva ortaggi, l’uso del sapone è l’ideale per chi preferisce le piante fiorite. Sciogliete in 3 litri di acqua calda del sapone di ottima qualità; noi vi consigliamo di usare il sapone molle (o potassico), facilmente reperibile presso farmacie o rivenditori di prodotti biologici. Fate raffreddare il composto e spruzzatelo sugli afidi che infestano le piante. Attenzione, anche gli insetti utili vengono danneggiati da questo preparato, quando spruzzate i vegetali state attenti a non bersagliare chi non ha colpe.

Credits: Carol FoilSteveR-Dylan's World

Altri articoli:

Iscriviti subito alla newsletter