Chiudi

Benessere a tavola

Pasta al pomodoro, 6 versioni che dovresti provare

Pasta al pomodoro, 6 versioni che dovresti provare

Dalla ricetta più semplice profumata al basilico alla cottura al forno, fino alla pasta risottata. Ci sono tanti modi per variare e gustare al massimo uno dei più famosi piatti della tradizione italiana.

Tra i piatti più famosi della cucina italiana c’è senza dubbio la pasta con il pomodoro. A partire dal classico piatto di spaghetti, protagonista di pellicole cinematografiche che hanno fatto la storia del cinema italiano, fino ai maccheroni o alle penne al sugo, tanto apprezzate anche dai bambini.
Di certo la pasta al pomodoro ha tante varianti differenti e può essere cucinata secondo tante scuole di pensiero, che impongono delle differenze anche nella più semplice delle ricette.
Ad esempio, tutti possono convenire sul fatto che non c’è un solo soffritto per la preparazione del sugo. C’è chi predilige la cipolla, chi non transige e grida allo scandalo in mancanza dell’aglio, chi non accetta un soffritto senza l’aggiunta di carote e sedano… insomma, anche la pasta al pomodoro può riservare delle belle scoperte. Ma andiamo a scoprire quali versioni bisogna provare assolutamente.

Semplice è meglio

Semplice è meglio

La ricetta classica richiede innanzitutto la scelta della tipologia di pomodoro. A seconda dei gusti si possono prediligere i pomodori freschi, la passata di pomodoro o i pomodori pelati, da passare poi una volta cotti con un semplice passaverdure. Dopo aver fatto soffriggere una testa d’aglio con dell’olio EVO, basta aggiungere i pomodori, salare e coprire con un coperchio, così da permettere al sugo di cuocere lentamente. Per poter ottenere una buona salsa, bisognerebbe far cucinare il tutto per almeno un’ora. Dopo aver cucinato il sugo per almeno un’ora e dopo aver eliminato l’aglio, nel caso in cui abbiate optato per i pelati, potrete utilizzare il passaverdure per ottenere un condimento più omogeneo, che si scioglie in bocca. Infine, per completare il vostro sugo e renderlo davvero profumato, aggiungete qualche foglia di basilico fresco, accendete il fuoco ancora qualche minuto e poi condite la pasta.

Cucinala come se fosse un risotto

Cucinala come se fosse un risotto

Un modo un po’ diverso per cucinare la pasta al pomodoro, è la versione risottata. Ovvero quella cottura che, prendendo spunto dalla ricetta del risotto, prevede di cucinare la pasta assieme al suo condimento, aggiungendo l’acqua di cottura pian piano. Con questa preparazione, che dovrete provare assolutamente, potrete ottenere un piatto cremoso e davvero saporito. Dovrete però fare attenzione ai tempi, perché in questo modo la pasta avrà bisogno di un tempo di cottura più lungo rispetto a quello indicato nella confezione. E, se volete esagerare e realizzare un piatto davvero imbattibile, potrete anche scegliere di sostituire l’acqua bollente con del brodo vegetale, proprio come se si trattasse di un vero e proprio risotto!

 Tonno e pomodoro? Una coppia assodata!

Tonno e pomodoro? Una coppia assodata!

Oltre ad essere deliziosa nelle versioni più semplici, la pasta con il pomodoro è un must anche con l’aggiunta di ingredienti - come il tonno - che ne arricchiscono ulteriormente il gusto, rendendola quasi un piatto unico. Inoltre, fra i pregi di questa ricetta c’è l’estrema facilità di preparazione. Basta utilizzare del semplicissimo tonno in scatola e il gioco è fatto:

  • una volta preparato il soffritto con la cipolla tagliata finemente, potrete aggiungere il tonno precedentemente scolato;
  • versate nella padella i pomodori o una polpa di pomodoro a cubetti e lasciate cuocere a fuoco lento;
  • aggiustate di sale e aggiungete qualche foglia di basilico;
  • infine versate la pasta e fate saltare qualche minuto per rendere il tutto ancora più gustoso.
Con il pomodoro fresco

Con il pomodoro fresco

Una seconda versione da provare, soprattutto nei mesi estivi, è la pasta tonno e pomodoro fresco, un primo buonissimo e rinfrescante. Per questa ricetta potrete optare per un soffritto con l’aglio, a cui aggiungere il tonno scolato e poi i pomodorini freschi tagliati a pezzi. Per la cottura potete seguire il vostro gusto, scegliendo di cuocere appena i pomodorini o lasciarli appassire di più. Una volta pronto il condimento e aggiunto un pizzico di sale, potete dare l’ultimo tocco con una spolverata di prezzemolo fresco appena tritato. Aggiungete la pasta già cotta, impiattate ed, infine, mettete un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.



 Pasta al forno mon amour

Pasta al forno mon amour

Tra le versioni imperdibili c’è anche la pasta al pomodoro con la mozzarella, poi cotta al forno. Anche in questo caso ci sono ricette diverse, tutte ugualmente valide. Una prima ricetta prevede la preparazione della salsa di pomodoro, a cui aggiungere la mozzarella tagliata a pezzi e la pasta cotta, per poi ricoprirla di formaggio grattugiato e metterla nel forno con la funzione grill e ottenere una pasta un po’ croccante e gratinata. C’è poi una versione più elaborata, che prevede la preparazione di una teglia di pasta in cui la mozzarella e il sugo al pomodoro vengono aggiunti a strati, per poi cucinare il tutto in forno a 200° per almeno mezz’ora. Qualsiasi versione scegliate, avrete comunque un risultato soddisfacente.

Un’idea di aperitivo con la pasta

Ma la pasta non è soltanto quella da far bollire nell’acqua. Quando si parla di pasta, infatti, non bisogna dimenticare le alternative e gli impasti morbidi come quello della pasta sfoglia, che può trasformarsi in un ingrediente fondamentale per preparare un aperitivo goloso con il pomodoro.
Basterà tagliare a listarelle il foglio di pasta, spennellarlo con del concentrato di pomodoro e poi arrotolare le strisce a spirale, infornarle per una decina di minuti e potrete poi stupire i vostri ospiti con dei deliziosi grissini home made.

Altri articoli: