Chiudi

Kiwi giallo

CATEGORIA:

Famiglia: Actinidiaceae

Genere: Actinidia

Specie: Actinidia chinensis

Descrizione

L’actinidia (Actinidia chinensis) è la pianta rampicante, appartenente alla famiglia delle Actinidiaceae, che produce i kiwi.
Originaria della Cina, la coltivazione a fini produttivi comincia in Nuova Zelanda nel 1999.
Il terreno adatto a questa specie deve essere di medio impasto, meglio se leggermente sciolto, ricco di sostanza organica e ben drenato, le concentrazioni saline e di calcare attivo devono essere limitate e il pH deve essere compreso tra 6 e 7.
La pianta soffre molto i ritorni di gelo primaverili e le gelate precoci autunnali ma, una volta entrata in riposo vegetativo, può resistere fino a -16 °C. Alcuni studi affermano che il freddo condizioni la produzione: l’actinidia necessita di circa 750 ore con temperature inferiori a 7 °C per avere un germogliamento regolare. Anche la presenza di forti venti limita la produttività di questa specie, in questi ambienti sarà necessario installare dei frangivento.
L’actinidia, in natura, si arrampica sugli alberi raggiungendo anche i 10 mt di altezza; l’apparato radicale è superficiale e si distribuisce principalmente nei primi 50 cm di suolo.
I tralci di questa specie possono essere distinti tra loro a seconda della vigoria: i rami corti (lunghi circa 25 cm) portano all’apice 2 gemme.
I rami medi raggiungono i 50 cm e presentano 2 gemme sulla cima.
I rami lunghi, invece, hanno un accrescimento indeterminato e portano molte gemme.
I succhioni raggiungono dimensioni notevoli (anche 2 metri) e hanno parecchie gemme ma, data l’estrema vigoria, non possono essere utilizzati per produrre frutta.
Questa specie ha foglie molto grandi, decidue, cuoriformi o tondeggianti, di colore verde acceso nella pagina superiore, verde chiaro in quella inferiore.
Il kiwi è una bacca elissoidale marrone, la peluria sulla buccia cade facilmente. La polpa è gialla e presenta molti piccoli semi (anche più di 1200) attorno a un cuore centrale bianco (la columella). I frutti si sviluppano da infiorescenze composte da 3 fiori bianchi (uno centrale e 2 laterali) poste su brevi peduncoli situati alla base dei rami di un anno.
L’actinidia è una pianta dioica, esistono individui maschili ben distinti da quelli femminili.
I fiori delle prime producono polline mentre le seconde hanno ovuli fertili e polline sterile.
Per produrre frutta è necessaria una buona impollinazione, per questo bisogna mettere a dimora alberi di entrambi i sessi, innestare rami impollinatori su piante femminili o effettuare l’impollinazione manualmente.
Il kiwi è un frutto apprezzato in tutto il mondo per il sapore della sua polpa, viene consumato fresco o utilizzato per produrre bevande, dolci e marmellate.

Varietà

Jintao

Varietà di actinidia originaria della Cina, questa pianta produce elevate quantità di frutta in modo costante. Il kiwi, di forma cilindrica allungata, non presenta peluria sulla buccia. La polpa gialla ha un’ottimo sapore. Le varietà di actinidia consigliate come impollinatore sono “Belen” e “Moshan 4”.

Hort 16

Varietà di actinidia di origine neozelandese, è una pianta vigorosa che necessita di accurati interventi di potatura per essere gestita al meglio.
Questo kiwi ha pezzatura medio elevata, è di forma cilindrica con un’estremità “a becco” che lo caratterizza. La buccia è di colore marroncino chiaro e non presenta peluria. La polpa gialla di questo frutto ha un sapore piacevole. Le varietà di actinidia consigliate come impollinatore sono “Sparkler” e “Meteor”.

Scheda colturale

Nome latino Actinidia chinensis
Ciclo produttivo Perenne
Semina consigliata Contenitore
Distanza tra file 400 cm / 500 cm
Durata media coltivazione 18 gg / 22 gg
Media di giorni per nascita gg / gg
Temperatura minima -16 °c
pH terreno 6.00 / 7.00
Coltivabile in vaso no
Iscriviti alla newsletter