Chiudi

STAR BENE CON LE PIANTE

5 buoni motivi per mangiare i cetrioli

O piacciono, o non piacciono, non c’è via di mezzo con i cetrioli.

Forse perchè in molti trovano difficoltà a digerirli? Eppure basterebbe convertirsi alla varietà Tasty Green, più leggera e facilmente assimilabile, oppure cambiare abitudini di consumo: sarebbe meglio affettarli con la loro buccia, cospargerli con un pizzico di sale, lasciarli “marinare” per trenta minuti e poi sciacquarli ben bene. È questo il momento giusto per avvolgerli in un leggero condimento, una saporita vinaigrette oppure una salsa a base yogurt greco, al naturale chiaramente.

Non siete ancora convinti? Beh, forse cambierete idea dopo aver letto quali sono i 5 buoni motivi per mangiare i cetrioli.

Addio calorie, benvenuta salute

Tra le prelibatezze che potrete raccogliere nell’orto, i cetrioli rientrano nella top ten degli ortaggi meno calorici. Sono infatti composti per il 95% da acqua e il restante 5% ripartito tra sali minerali, potassio, calcio e magnesio, essenziali per regolare il metabolismo idrico. Ma è l’acido tartarico a fare del cetriolo un ottimo alleato per il nostro benessere e la nostra salute, perchè è lui a impedire che qualsiasi tipo di carboidrato si trasformi in adipe.

Rimanere in forma contrastando la cellulite

La straordinaria qualità che hanno i cetrioli di contribuire a prevenire la ritenzione idrica, e quindi la cellulite, è sempre imputabile all’acido tartarico, che agisce direttamente sul collagene, rendendo la pelle più compatta e soda.

Arriva il ciclo, come alleviare i dolori del periodo mestruale?

Per tenere a bada i dolori tipici del periodo mestruale e attenuare il gonfiore dovuto alla presenza di tossine, i cetrioli possono essere di grande aiuto, soprattutto se consumati crudi in insalata.

Alitosi, uno dei rimedi naturali più efficaci

Siete in ufficio e avete dimenticato lo spazzolino? Non disperate, e tenete da parte una fettina di cetriolo con cui avete condito la vostra insalata di amaranto.

Prendetela, mettetela in bocca e premetela con la lingua contro il palato; contate fino a trenta, a quel punto gran parte dei batteri del vostro cavo orale, quelli che causano l’alito cattivo, se ne saranno andati.

Afa e mal di testa, come recuperare le sostanze nutritive essenziali

Con questa afa è facile che compaiano dei fastidiosi mal di testa. Prima di passare all’utilizzo degli analgesici, perchè non provare con un frullato di cetriolo? Il suo sostanzioso contenuto di vitamine del gruppo B e di elettroliti aiuta a recuperare molte sostanze nutritive essenziali, quelle che servono a ridurre l’intensità della cefalea.

Quando si dice, salute e benessere a portata di orto!

Foto credits: michelle

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter