Chiudi

CURIOSITÀ IN CUCINA

Anice stellato in cucina, come utilizzarlo in modo sfizioso?

C’è chi ancora non lo conosce, chi lo confonde con una pianta dal nome simile (l’anice) e chi, invece, già ne apprezza le proprietà benefiche. L’anice stellato è una spezia dalle qualità eccezionali, che si presta agli usi più disparati – e non solo per infusi e tisane.

Ma partiamo dall’inizio: che cos’è? 

  • Si tratta del frutto dell’Illicium verum, un albero tropicale del sud-est asiatico molto diffuso in Cina e in Vietnam.
  • La forma è quella di una stella a otto-dodici punte, molto gradevole alla vista e quindi perfetta per decorare le vostre preparazioni culinarie o, se volete dedicarvi al “fai da te”, per dare un tocco speciale all’arredo della vostra casa.
  • Se invece vi va di sperimentare ricette e sapori nuovi, sappiate che l’aroma di questa spezia è intenso e pungente, simile a quello della liquirizia.
  • Potreste averla già assaggiata nelle preparazioni della cucina orientale, come ad esempio i noodles, ma le ricette sono tante e tutte squisitamente autunnali. Quale momento migliore allora per provare?

Ecco quale idea!

Anice stellato: polvere o baccello?

Anice stellato, polvere o baccello?

Reperibile in qualsiasi negozio specializzato e nei supermercati più forniti, l’anice stellato può essere acquistato direttamente in polvere. In alternativa, per un sapore di certo più intenso, scegliete i baccelli (le punte della stella) e lasciateli in ammollo in acqua bollente per circa trenta minuti; poi tirateli fuori e, una volta che si saranno raffreddati, pestateli con un mortaio fino a ottenere una polvere fine. E ora che avete la vostra polvere… diamo un’occhiata agli abbinamenti più golosi!

Una spezia che sa di dolci

Anice stellato nella preparazione dei dolci

Stanchi dei soliti zenzero e cannella? Proprio in questa spezia potreste scoprire l’ingrediente giusto per un tocco aromatico diverso dal solito. Ne basta un pizzico per donare alle vostre preparazioni più dolci un profumo intenso.

Qualche esempio? I biscotti di frolla, perfetti per essere serviti con il tè durante i pomeriggi autunnali. Aggiungendo circa 10g di anice stellato in polvere al vostro impasto, otterrete una merenda sfiziosa, fragrante e molto profumata.

E, in vista del Natale, perché non mettervi alla prova con i biscotti di pan di zenzero? Basterà sostituire i semi essiccati in polvere alle spezie tradizionali, per un risultato che stupirà i vostri ospiti. Un piccolo consiglio: il risultato sarà ancora più buono con dolci a base di cioccolato o di frutta, come mele, pere o agrumi.

Siamo alla frutta: confettura… di spezie?

Anice stellato nelle confetture

Se volete rendere l’anice stellato il protagonista, le confetture sono quello che fa per voi. Anche in questo caso, le combinazioni sono varie: potete unirlo alle arance, al limone, all’uva fragola, prugne o fichi… c’è solo da scegliere. Il sapore caldo e leggermente speziato vi conquisterà, provare per credere.

Preparatevi all’inverno: zuppa o risotto?

Anice stellato nei risotti e zuppe

Insieme all’inverno, all’orizzonte appaiono i piatti tipici della stagione, come le zuppe o i risotti. Ma perché non provare un gusto nuovo?

La zuppa di funghi con anice stellato, ad esempio, è semplice da preparare e davvero golosa:

  • In una pentola fate sobbollire il brodo di verdure con uno spicchio d’aglio e la vostra spezia – naturalmente già tritata.
  • Aggiungete i funghi e frullate il tutto, fino a ottenere una crema.
  • Olio, sale, erbe aromatiche per insaporire, qualche crostino e… il gioco è fatto!

Se invece vi va qualcosa di più sostanzioso, il risotto è il tipo di preparazione che fa per voi.

Basta selezionare la varietà di riso per risotti che preferite, e giocare con gli ingredienti. Un esempio? Aggiungete questa spezia al risotto con i porcini oppure a quello con la zucca. Altrimenti, se il tempo scarseggia, preparate un risotto bianco semplice e mantecate con cannella, parmigiano e anice stellato: il risultato sarà profumato e molto saporito.

In poche parole? Avete appena trovato un modo semplice ma d’effetto per insaporire i piatti più svariati, dal brodo alle verdure arrostite, fino alla carne di tutti i tipi. L’unica regola? Aggiungere la polvere sempre a fine cottura e mai durante. Per il resto… lasciatevi ispirare e divertitevi!

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter