Chiudi

Benessere a tavola

Melanzane, veloci e creative: ecco come sbizzarrirsi in cucina

Melanzane, veloci e creative: ecco come sbizzarrirsi in cucina

Gustose, versatili e ricche di proprietà: farne a meno è impossibile, soprattutto d’estate. Ecco qualche idea semplice e d’effetto per cucinare le melanzane.

Antipasti, salse, primi piatti, timballi… le melanzane puoi trovarle ovunque, in ogni piatto e in ogni menu, a maggior ragione quando arriva la stagione giusta per acquistarle fresche. D’altra parte, la loro versatilità le rende adatte a irrobustire i sughi per condire la pasta – pensiamo, ad esempio, alla rinomata pasta alla norma; oppure a realizzare dei piatti unici, come la parmigiana di melanzane; infine, sono il contorno perfetto anche da conservare sott’olio, così da portarlo con noi fino all’inverno. Ma, a differenza dei loro compagni estivi zucchine e peperoni, le melanzane non possono essere consumate crude, e questa caratteristica è all’origine del loro stesso nome (letteralmente, “mela insana”). Dai fornelli quindi non si scappa ma, soprattutto quando fa caldo, l’ideale è trovare soluzioni per starci il meno possibile. Ecco quindi qualche idea semplice, veloce ma d’effetto per cucinare le melanzane, a partire dal passaggio fondamentale.

Cucinare le melanzane: spurgarle è il segreto

Cucinare le melanzane: spurgarle è il segreto

Il punto di partenza per cucinare le melanzane? Spurgarle. È un passaggio importante, soprattutto se poi volete risparmiare tempo nella fase di cottura ma, a onor del vero, non fondamentale. Insomma, quando proprio siete di corsa, potete anche saltarlo. Altrimenti, procedete in questo modo:

  • lavate bene la verdura;
  • tagliatela a tocchetti della forma che preferite, a seconda della ricetta che andrete poi a realizzare;
  • sistemate i tocchetti in uno scolapasta di metallo (se di un altro materiale, potrebbe macchiarsi o assorbire una minima parte dei liquidi amarognoli di spurgo delle melanzane);
  • cospargeteli con del sale grosso.

Attendete un’ora o due, in modo che possano spurgare l’acqua, poi sciacquatele sotto acqua corrente per rimuovere il sale e procedete con la cottura. Niente di più semplice.


Melanzane in padella: ce n’è per tutti i gusti

Melanzane in padella: ce n’è per tutti i gusti

Il gesto più semplice quando si ha poco tempo? Tuffare le melanzane tagliate a dadini in padella, direttamente in un soffritto di olio d’oliva e uno spicchio d’aglio.

Dopo circa quindici minuti, potrebbero essere servite già così, ma ci sono dei piccoli accorgimenti che potete adottare per rendere il vostro contorno ancora più gustoso:

  • per un sapore tutto mediterraneo, aggiungete prezzemolo, basilico e un po’ di mozzarella;
  • se i gusti decisi non vi dispiacciono, optate per capperi, acciughe e una spolverata di pangrattato;
  • per un gusto più fresco, scegliete i pomodorini, da ripassare in padella a fiamma vivace prima di unire le melanzane.

E, se parliamo di melanzane in padella, impossibile non citare le melanzane a funghetto, una variante regionale di provenienza campana. Il procedimento in questo caso richiede di friggere le melanzane prima di ripassarle in padella con i pomodorini: una soluzione non proprio light, ma che di sicuro saprà rendervi felici.

Melanzane lessate: poco caloriche, molto saporite

Melanzane lessate: poco caloriche, molto saporite

Al contrario, cucinare le melanzane lesse è perfetto per chi cerca un piatto saporito, ma non ha intenzione di pagarlo con troppe calorie. Potete prepararle all’insalata, per un contorno fresco e tipicamente estivo: dopo aver scolato le melanzane (che in questo caso, prima di essere tagliate a tocchetti, vanno anche sbucciate), lasciatele raffreddare in un colino, perché continueranno a perdere acqua. Intanto, approntate un’emulsione di aceto di vino bianco, sale, e un filo d’olio extravergine d’oliva: unite l’emulsione alle melanzane insieme a un trito di prezzemolo, e il gioco è fatto.

In alternativa, le melanzane lessate sono il punto di partenza perfetto per preparare molteplici piatti, come ad esempio le polpette di melanzane, il polpettone, un delizioso sformato o, perché no, una semplice cremina di melanzane che di sicuro vi farà fare bella figura al prossimo aperitivo in casa. E se cercate altri spunti su come preparare le melanzane in modo leggero, potete dare un’occhiata qui.

Melanzane al forno: barchette o pizzaiola

Melanzane al forno: barchette o pizzaiola

Belle da vedere, buone da mangiare e molto semplici da preparare: sono le melanzane a barchetta, un piatto tipico della cucina napoletana, non fritto ma sostanzioso e completamente vegetariano. Ecco come prepararle:

  • tagliate a metà la melanzana e scavate l’interno per ricavare la polpa;
  • in una ciotola, unite la polpa alle olive nere denocciolate, pomodorini freschi, provola, capperi e pangrattato;
  • condite con olio, sale, pepe, origano e qualche fogliolina di basilico;
  • riempite le melanzane con il composto;
  • infornate a 180° per circa mezz’ora.

Se invece avete a disposizione le melanzane nella varietà tonda, potete usare le fette come base per preparare delle piccole pizze: sono le melanzane alla pizzaiola, da condire con salsa (o pomodorini freschi tagliati a metà), mozzarella e basilico.

Cucinare le melanzane non potrebbe essere più semplice. Di ricette ce n’è per tutti i gusti, e sapranno senza dubbio accontentare tutti i palati.


Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter