Chiudi

Benessere a tavola

Pastella per fiori di zucca: 5 versioni che amerai!

Pastella per fiori di zucca: 5 versioni che amerai!

Con il latte, con l’acqua frizzante o con la birra, esistono tanti modi per preparare la pastella, tutti facili e veloci, ideali per esaltare al massimo il gusto dei fiori di zucca.

Tipici nei mesi fra la primavera e l’estate, i fiori di zucca sono tra i fiori edibili più apprezzati in cucina. Si possono gustare in tante ricette diverse, dalle frittate ai primi di pasta, anche se danno il loro meglio fritti in pastella. I fiori di zucca in pastella sono un antipasto delizioso, che può essere preparato in modo semplice e veloce, con i fiori puliti e lavati immersi in pastella così come sono o arricchiti con un ripieno, che può andare dalla ricotta alla ricetta romana con acciughe e mozzarella, l’importante è che vengano consumati subito, ancora caldi e fragranti. Tanto buoni quanto facili da preparare, i fiori di zucca si possono preparare in circa 10 minuti. Ma come preparare una pastella buona, croccante e leggera?

La pastella perfetta

La pastella perfetta

Come accade spesso in cucina, non c’è un unico modo per preparare la pastella per i fiori di zucca. Le ricette sono diverse e ognuna ha le sue specificità. C’è chi utilizza il lievito e chi preferisce evitarlo, chi utilizza farine di tipo diverso, chi usa soltanto l’acqua, chi, invece, aggiunge il latte e, infine, chi utilizza la birra o l’acqua gassata. Ci sono, quindi, tanti modi per preparare una buona pastella e tutti possono dare risultati apprezzabili, con fragranti fiori di zucca croccanti fuori e morbidi dentro. Ma vediamoli uno per volta.

Pastella tradizionale

Pastella tradizionale

Fra i metodi più diffusi per preparare la pastella c’è la ricetta che prevede l’utilizzo di farina, acqua naturale e lievito di birra. Per preparare una decina abbondante di fiori di zucca, preparate la vostra pastella con 150 g di farina 00, 200 g di acqua naturale, 15 g di lievito di birra fresco e un pizzico di sale. Iniziate a sciogliere il lievito con un po’ di acqua naturale e tenete da parte. In un’altra ciotola versate la farina setacciata all’acqua rimanente, aggiungete il sale e, se volete, anche un pizzico di zucchero e mescolate bene il tutto con una frusta. Unite il lievito sciolto in precedenza, mescolate ancora un po’ e il vostro composto è pronto. Copritelo con la pellicola e fatelo riposare una mezz’ora prima di utilizzarlo.

Pastella con latte e uova

Pastella con latte e uova

Una variante rispetto alla ricetta tradizionale è quella che prevede il latte al posto dell’acqua, con in più l’aggiunta delle uova. Più ricca e saporita rispetto alla variante senza proteine, questa versione della pastella senza lievito richiede una preparazione lievemente più lunga. Innanzitutto occorre separare il tuorlo dall’albume dell’uovo, per poi sbattere il tuorlo con l’aggiunta di latte freddo e farina. A parte, invece, bisogna montare a neve l’albume, per poi amalgamarlo al resto del preparato.

Croccante e leggera grazie alla birra

Croccante e leggera grazie alla birra

Se volete gustare dei fiori di zucca davvero leggeri e croccanti, dovrete provare la pastella a base di birra. Solitamente si utilizza la birra chiara, ma va bene anche la birra scura o quella analcolica, l’importante è che sia bella fresca. Oltre ad essere leggerissima, la pastella con birra è anche facilissima da preparare. Basterà mescolare assieme la farina, l’olio d’oliva e il sale, per poi aggiungere la birra fredda. Infine, fatela riposare per almeno trenta minuti e il gioco è fatto.

Il massimo della croccantezza con la tempura

Il massimo della croccantezza con la tempura

Tra le diverse versioni della pastella, non ci si può di certo dimenticare della tempura. Molto leggera, la pastella nipponica garantisce un’estrema croccantezza ai vostri fiori di zucca, oltre a trattenere poco olio, assicurando una frittura digeribile e asciutta. Gli ingredienti per la tempura sono farina, uova, e acqua frizzante. Come nella pastella con la birra, anche in questo caso è fondamentale che l’acqua sia sufficientemente fresca. Una volta mescolati tutti i componenti e ottenuto un composto cremoso, la tempura dovrà essere conservata in frigorifero per un’ora. Sarà proprio il contrasto di temperatura tra la tempura e l’olio caldo della frittura ad assicurare fiori di zucca super croccanti.

Pastella semplicissima e senza uova

Pastella semplicissima e senza uova

Infine, è possibile preparare una buona pastella anche soltanto con la combinazione di farina e acqua, l’importante è che quest’ultima sia fredda e frizzante. Ideale con la classica farina 00, è possibile fare delle variazioni sul tema, scegliendo di mixarla con un’altra tipologia di farina, come quella di riso. Per preparare quella che si potrebbe definire come una tempura senza uova, versate circa 300 g di acqua frizzante in un’ampia ciotola, per poi versare 200 g di farina. Mescolate poi con una frusta, fino a ottenere una pastella cremosa e omogenea. Immergete poi i vostri fiori di zucca lavati ed epurati della parte verde e del pistillo nella pastella e friggeteli in olio bollente.

Altri articoli: