Chiudi

Biodiversità e curiosità

Verdure alla griglia: le più adatte e i trucchi per renderle gustose

Verdure alla griglia: le più adatte e i trucchi per renderle gustose

È tempo di accendere la brace e tornare a grigliare. Carne, pesce e, naturalmente, le verdure. Ecco qualche consiglio per preparare le verdure alla griglia perfette.

Che sia in famiglia o con gli amici, in balcone o in giardino, non c’è estate che passi senza una grigliata all’aperto. Ed è proprio in queste occasioni che, accanto alla carne o al pesce, è bene lasciare un po’ di spazio sulla griglia anche per loro: le verdure. Zucchine, melanzane, peperoni e pomodori… Il titolo di miglior contorno della stagione lo vincono proprio loro, le verdure alla griglia, particolarmente care anche agli amici vegetariani. Sono colorate, leggere, profumate e, dettaglio che non guasta mai, semplicissime da preparare. Basta seguire alcuni accorgimenti per evitare di bruciacchiarle e cercare, al contrario, di preservarne sapore e consistenza. In più, qualche idea su come condirle potrebbe rendere le verdure grigliate di quest’anno ancora più gustose di quelle dell’anno scorso. Scommettiamo?

Verdure alla griglia: tutto parte dal taglio

Verdure alla griglia: tutto parte dal taglio

Che scegliate di utilizzare il classico barbecue, il forno con funzione grill oppure una piastra di ghisa, il segreto per una cottura perfetta parte da prima: dal taglio delle verdure. Ognuna è a sé, ma la regola generale è: fette né troppo spesse né troppo sottili, così da non rischiare di annerirle o di sporcarne il sapore con il retrogusto di bruciato.

Le zucchine, ad esempio, è preferibile tagliarle non a rondelle, ma a fettine verticali. Stesso vale per le carote, mentre per melanzane e pomodori avete libertà di scelta. Anche i tempi di cottura variano: peperoni e patate impiegheranno di più rispetto alle zucchine e alle melanzane, per cui il consiglio è quello di metterle a cuocere in tempi diversi, dando naturalmente priorità ai primi.

Chi ben comincia: la marinatura delle verdure

Chi ben comincia: la marinatura delle verdure

Da non sottovalutare per un risultato gustoso e ancora più profumato. Prima di procedere con la cottura delle verdure, preparate una leggera marinatura con cui spennellare le varie fette. Ecco tre idee per realizzarla:

  • Marinatura a base di olio, aglio tritato e prezzemolo, con l’aggiunta opzionale di altre erbe aromatiche tritate, come ad esempio la menta, e il peperoncino;
  • Marinatura con olio, pepe e pochi cucchiai di aceto balsamico;
  • Marinatura con olio, aglio tritato, succo di limone e salsa di soia. 

Lasciate marinare le verdure per un’ora o due: ne esalterete il sapore senza alterarlo. Unica regola: vietato aggiungere il sale prima o durante la cottura, concesso soltanto alla fine.

Il fascino della semplicità: la cottura al cartoccio delle verdure

Il fascino della semplicità: la cottura al cartoccio delle verdure

Amate il vostro barbecue ma non vi va di restare a fissarlo intensamente per interi minuti nell’attesa della cottura delle verdure? Allora non vi resta che dare una possibilità alla cottura al cartoccio, ideale soprattutto per le patate, le patate dolci o, in generale, le verdure e gli ortaggi più spessi. È molto semplice: 

  • Prendete un foglio d’alluminio e cospargetelo con un filo d’olio;
  • Adagiatevi le verdure tagliate a fette più o meno spesse;
  • Piegate l’alluminio sopra e sigillate i bordi per creare un pacchetto;
  • Mettete il cartoccio sulla griglia, coprite e aspettate circa dieci minuti – ma, come detto più su, ogni verdura ha il suo tempo di cottura.
Verdure grigliate: le salse di accompagnamento

Verdure grigliate: le salse di accompagnamento

Nessun piatto di verdure grigliate può dirsi completo senza una salsa di accompagnamento. La salsa al prezzemolo, ad esempio, si sposa bene non solo con la carne, ma anche con le verdure alla griglia, e per prepararla bastano tre ingredienti: olio, sale, aglio, prezzemolo tritato. Profumatissima e pronta in pochi minuti.

Così come la salsa allo yogurt, la regina della freschezza, che invece va particolarmente d’accordo con il pesce – ma non solo. Anche in questo caso, la semplicità è di casa: yogurt bianco (o anche greco), aglio e prezzemolo tritati, succo di limone, sale e pepe. E il gioco è fatto.


E se avanzano? Ecco i consigli per conservarle

E se avanzano? Ecco i consigli per conservarle

Se avete preparato una grigliata abbondante e avete avanzato le verdure, vuol dire che è arrivato il momento di saltarle in padella con la pasta – d’altra parte, in frigo non si conservano per più di due giorni. Fusilli, farfalle, orecchiette… il formato lo scegliete voi, ma per un tocco di sapore in più aggiungete una spolverata abbondante di pepe e la ricotta salata al posto del parmigiano.

Un’altra soluzione, più rapida ma ugualmente gustosa, è quella di realizzare dei deliziosi involtini, arricchendoli con formaggi, prosciutto cotto o altri affettati. L’aperitivo ideale durante le giornate più calde, soprattutto se servito in compagnia di un vino frizzante. 

Ora che le verdure alla griglia non hanno più segreti per voi, non vi resta che accendere la brace. La bella figura con gli ospiti è garantita.


Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter