Chiudi

CURIOSITÀ IN CUCINA

Cucinare le frittelle di Carnevale, quali modi originali?

A Carnevale ogni frittella vale. Se avete in mente solo le versioni classiche, spolverizzate da un generoso strato di zucchero a velo, allora sfoderate i mestoli e dirigetevi in cucina: è tempo di cucinare frittelle di Carnevale originali, invitanti, diverse dal solito.

Scopriamo come.

Frittelle di riso

frittelle di Carnevale

Animo toscano e carattere leggero, le frittelle di riso rappresentano un’ottima idea per personalizzare la ricetta tradizionale, con gusto e dolcezza.

La peculiarità di questa preparazione sta proprio nella scelta dell’ingrediente principale, il riso Carnaroli, una varietà che presenta un’ottima tenuta alla cottura e si mantiene sempre al dente.

Di solito si cuoce nel latte assieme a una bacca di vaniglia, a cui poi viene aggiunta la scorza di limone, uno o due tuorli, l’uvetta (ma non è indispensabile) e lo zucchero.

Friggete le vostre frittelle di riso rigorosamente in olio di semi di arachidi.

Il tempo delle (frittelle di) mele

frittelle Carnevale

Il tempo delle mele è arrivato, ed è il periodo di Carnevale! Ma non per tutte le regioni, visto che in Trentino Alto Adige le frittelle di mele sono una specialità territoriale servita in occasione della merenda dei bambini, oppure come pietanza d’accompagnamento a piatti salati o secondi di carne.

Nel resto d’Italia, però, questo dolce è tipico dei giorni più scherzosi dell’anno: tutto merito delle mele stagionali (Granny Smith, Fuji, Golden, Stark Delicious) e della loro lavorazione con farina, zucchero, latte, uova, vaniglia e una bella spolverata di zucchero semolato.

Una tira l’altra, le frittelle di ricotta

frittelle di Carnevale

In quanto a morbidezza, non scherzano nemmeno le frittelle di ricotta. Preparate quasi esclusivamente con ricotta di mucca, quella di capra è certamente più saporita e salata, tanto che potrebbe compromettere il gusto della vostra preparazione.

Aggiungete un cucchiaino di cannella all’impasto, oltre ai classici ingredienti, e assaporate con un filo di miele in superficie.


Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter