Chiudi

LEGGI E IMPARA

I lavori nell'orto prima di partire per le vacanze

Ferie e vacanze sono alle porte: c’è chi sogna le onde del mare, chi brama il fresco delle montagne e chi, prima di partire per la villeggiatura, pensa all’orto. I pollici verdi lo sanno bene, gli ortaggi non possono essere lasciati alla loro sorte sotto il sole cocente e vanno gestiti in modo particolare per farli sopravvivere in vostra assenza.

I lavori nell’orto prima di partire per le vacanze non vi ruberanno molto tempo né richiederanno sforzi importanti, ma non potrete farne a meno, questo è l’unico modo per essere sicuri che al ritorno l’orto sia in ordine.

Mai lasciare gli ortaggi senz’acqua

lavori-orto-vacanze-2

Durante l’estate, la prima preoccupazione è quella di riuscire ad assicurare un’irrigazione corretta alle piante. Sarebbe tutto più semplice se non ci fossero di mezzo le vacanze, irrinunciabili quanto necessarie.

Se non lo avete già fatto, pacciamate il suolo dell’orto con uno strato di paglia alto circa 5 cm che rallenterà l’evaporazione dal terreno e conterrà lo sviluppo di erbe infestanti, temibili concorrenti nella corsa all’acqua.

Nel caso in cui non vogliate pacciamare, un’operazione molto utile è smuovere con una certa regolarità lo strato superficiale del terreno servendovi di una zappa. Tanto basterà per rompere la continuità del suolo dagli stati più profondi del terreno alla superficie, bloccando la risalita capillare dell’acqua e limitando ulteriormente le perdite per evaporazione.

Queste accortezze, per quanto funzionali, serviranno a preservare l’orto dalla siccità per qualche giorno o al massimo una settimana, ma se le vostre ferie durano di più, dovrete trovare altre soluzioni.
La scelta più sicura è quella di accordarsi con un familiare o un vicino dal pollice verde, in cambio di qualche ortaggio saranno felici di accudire l’orto fino al vostro ritorno. Ma se la fortuna non è dalla vostra parte e nessuno si rende disponibile, rimane solo una soluzione: utilizzare un impianto di irrigazione automatizzato.

Questa scelta avrà pure un costo ma, grazie al timer, vi garantirà annaffiature costanti non solo durante il periodo di vacanza ma anche nei mesi, e negli anni a venire.

Ricordate di raccogliere tutti gli ortaggi maturi

lavori orto vacanze

Prima di prendere in mano le valigie, riservate un po’ di tempo al vostro orto, raccogliete tutte le verdure mature, portatele con voi o regalatele, l’importante è che non rimangano sulle piante a marcire, potrebbero richiamare ospiti indesiderati. Se non avete a disposizione un impianto di irrigazione, annaffiate abbondantemente l’orto, aspettate un paio d’ore quindi bagnate una seconda volta, in questo modo il suolo riuscirà a immagazzinare quanta più acqua possibile.

Manca poco e sarete liberi dai pensieri ma, prima di svuotare la mente da ogni impegno, potete ancora fare qualcosa per aiutare le vostre piante a difendersi dalla siccità e dalle temibili grandinate estive. Coprite gli ortaggi, specie quelli più esposti al sole, con teli ombreggianti o, per le piante più basse, con cassette di legno. Questa pratica ridurrà lo sviluppo delle piante ma sarà un altro tassello utile a garantire ai vegetali la sopravvivenza sotto il sole estivo.

E se coltivate in vaso…

lavori orto vacanze

Se coltivate in vaso, è indispensabile qualche accortezza in più, dato che avete a che fare con ambienti confinati e per questo non autosufficienti dal punto di vista idrico e nutrizionale. La coltivazione “fuori suolo”  offre una serie di vantaggi che, se sfruttati al meglio, possono aiutarvi a superare il periodo critico delle vostre vacanze estive. La principale fortuna per chi coltiva sul balcone o sul terrazzo, è infatti quella di poter spostare agevolmente le piante. Questo non significa sistemare gli ortaggi dentro casa, lasciandoli al buio, meglio sistemarli all’aria aperta ma in posizioni di mezz’ombra.

Utilizzare la pacciamatura, smuovere il terreno e annaffiare abbondantemente prima di partire sono pratiche valide anche per il vaso, ma se volete essere più attivi lato irrigazione potete avvalervi di impianti di irrigazione. Presso i garden center sono in vendita kit, più o meno tecnologici, appositamente studiati per il balcone come pure i più economici coni porosi da applicare alle bottiglie di plastica e inserire nel terriccio.

Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter