Chiudi

CURIOSITÀ IN CUCINA

Come cucinare le taccole, un ingrediente tutto primaverile

Insieme alla primavera, ai suoi sapori, ai suoi colori, ritornano anche le taccole, un alimento dalle proprietà e i benefici sorprendenti. Gustose, semplici da preparare e ricche di nutrienti, questi ortaggi possono rivelarsi un prezioso ingrediente salva-cena: grazie alla loro elevata versatilità, possono essere utilizzate sia come contorno, che come condimento, o ancora, come protagoniste di un primo piatto. La bontà in ogni caso sarà garantita. Vediamo quindi come cucinare le taccole in modo sfizioso, ma semplice.

Prima di tutto: sono dei piselli o dei fagioli?

Taccole su un tagliere

Il primo dubbio da fugare quando si parla di questi legumi: sono dei piselli e non dei fagioli come tutti pensano. E a dirla tutta fanno parte di quei piselli definiti “mangiatutto”, questo perché possono essere consumati per intero: dai semi al baccello, delle taccole non si butta via niente. Dei piselli conservano il sapore dolce e delicato, qualità che le rende estremamente versatili in cucina e adatte a qualsiasi ricetta salata.

Se non siete ancora del tutto convinti, vi basti sapere che questi piselli rappresentano un alimento totalmente saziante: al netto di un ricco apporto nutritivo, il contenuto in grassi è limitato grazie all’elevata presenza di acqua, fibre e vitamine.

La mondatura del baccello

Coltello per la pulizia delle taccole e del bacello

Proprio perché questi ortaggi si consumano interi, pulirli non è affatto impegnativo. Basterà semplicemente:

  • lavarli in acqua fredda e asciugarli;
  • tagliare via il picciolo che unisce il baccello alla pianta, se presente;
  • eliminare il filo fibroso che scorre sul lato del baccello.

Una volta mondate, è tempo di iniziare i processi di cottura. Siete pronti?

In padella con cipolla o porro

Taccole in padella

Siete alla ricerca di un piatto facile e gustoso? Le taccole in padella potrebbero fare al caso vostro. Tutto ciò di cui avrete bisogno sono cipolla (o porro, per una maggiore leggerezza al palato), pomodorini, olive e naturalmente le taccole.

  • Sbucciate e tritate grossolanamente la cipolla;
  • lasciatela rosolare in una pentola capiente con un filo d’olio;
  • quando sarà dorata, aggiungete i pomodorini tagliati a metà e lasciate insaporire;
  • denocciolate le olive e aggiungetele in pentola insieme alle taccole;
  • coprite gli ingredienti fino a metà, regolate di sale e attendete fino alla cottura, mescolando spesso e aggiungendo altra acqua in caso di necessità;
  • impossibile non fare la scarpetta in un sughetto così, per cui non dimenticate di servire il piatto con del buon pane casereccio.

Un’altra idea, decisamente meno light ma molto saporita, potrebbe essere quella di far saltare i legumi in padella con l’aggiunta di dadini di pancetta croccanti e una generosa spolverata di pepe. O, ancora, al posto dei pomodorini potreste scegliere i pomodori secchi, facendo un trito con aglio e olio.

Insomma, avete solo l’imbarazzo della scelta. Ora che sapete come cucinare le taccole in padella, non dovete far altro che divertirvi a sperimentare!

Come cucinare le taccole al vapore

Taccole cucinate al vapore

La cottura al vapore è l’ideale per preservare tutto il gusto e i nutrienti contenuti in teneri piselli. Vi è già capitato che, una volta bolliti, questi perdessero tutto il loro colore brillante? Tutta colpa della clorofilla che durante il processo di cottura si trasforma e assume delle note cromatiche tendenti al grigio.

Ma nessuna paura, esistono tanti modi per fare in modo che le verdure verdi non scoloriscano, tra i principali:

  • l’utilizzo del bicarbonato;
  • l’utilizzo del ghiaccio.

Una volta terminata la cottura, potete condire i vostri ortaggi semplicemente con un filo d’olio extravergine d’oliva, aceto e sale; altrimenti, potrete utilizzarle per preparare un flan, piatti gratinati, una semplice frittata, oppure come contorno, servendole in accompagnamento a dei formaggi freschi.

Un primo piatto completo e nutriente

Taccole come secondo piatto

Se siete degli amanti del pesce o del classico salmone affumicato, sappiate che questi deliziosi legumi si sposano perfettamente con questa famiglia di ingredienti, non soltanto a livello di gusto, ma anche dal punto di vista cromatico: questi piselli contribuiscono a rendere certamente il piatto colorato e invitante.

Un’altra combinazione vincente e tipicamente tardo primaverile è quella con zucchine e ricotta o, ancora, quella che prevede l’utilizzo di pomodorini, pinoli e pangrattato. Il risultato, così croccante, e invitante, vi conquisterà... Provare per credere!

Rispolverate il barbecue…

Taccole cucinate al barbecue

Con l’arrivo delle belle giornate, si rispolvera il barbecue. Oltre a carne e pesce, sulla griglia potete cuocere anche le taccole, un contorno perfetto, nutriente e saporito.

Se non avete un barbecue, una piastra semplice andrà benissimo: conditele con olio, sale e limone e lasciatele arrostire da entrambi i lati per circa 5-6 minuti. Et voilà, pronte da gustare.


A prescindere dal metodo di cottura, questi straordinari legumi verdi sono adatti a una miriade di preparazioni diverse. Potete usarle anche per preparare:

  • le polpette di legumi;
  • delle gustose torte salate;
  • un risotto

Se avete voglia di cucina orientale, unitele al pollo, al riso fritto e ai funghi: un filo di salsa teriyaki e il gioco è fatto. Sperimentate e divertitevi ai fornelli, il risultato non vi deluderà.


Altri articoli:

Iscriviti alla newsletter